BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA E POLITICA/ "L'Opa" di Bersani, Camusso e Damiano sul Governo Renzi

Pierluigi Bersani (Infophoto)Pierluigi Bersani (Infophoto)

La riforma fiscale di cui abbiamo bisogno in primo luogo è la depenalizzazione, perché abbiamo creato un ingorgo di contenziosi. La sinistra però è contraria, e quindi la riforma è stata rimandata. La riforma fiscale comprendeva anche quella del catasto, di cui avremmo bisogno, ma che sarebbe attuata nel modo sbagliato in quanto sostituirebbe i vani con i metri quadri. L'equivalenza tra vani e metri quadri non può essere realizzata, perché il servizio lo dà il vano e non invece i metri quadri.

 

Per quale motivo?

Un corridoio molto spazioso non è equivalente al fatto di avere un bagno in più. È un esempio per dire che in questa riforma fiscale molte parti sono barocche, e quindi un rinvio è più che giustificato. Renzi non ha altra scelta perché non sa bene che cosa fare.

 

Nel complesso come valuta la linea di politica economica che sta seguendo il governo?

Il rinvio della riforma fiscale, le parziali liberalizzazioni e l'abolizione di alcuni contratti previsti dalla legge Biagi danno di fatto ragione a Bersani. È la formula R & B, Renzi ha sempre bisogno di una B: ora che non c'è più Berlusconi lo ha sostituito con Bersani. Qui rischia anche di essere R & D (Renzi e Damiano) e R & C (Renzi e Camusso). L'azione del governo è sempre più ispirata a Camusso, Damiano e Bersani. Con questo escamotage possono dire di avere abolito il precariato, con la conseguenza di rendere il mercato del lavoro sempre più rigido.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.