BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

PARADISI FISCALI/ Firmato l'accordo tra Italia e Svizzera: addio al segreto bancario

E’ stato firmato l’accordo in materia fiscale tra Italia e Svizzera che mette fine al segreto bancario. Lo hanno siglato questo pomeriggio Pier Carlo Padoan e Eveline Widmer-Schlumpf

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

E’ stato firmato l’accordo in materia fiscale tra Italia e Svizzera che mette fine al segreto bancario. Il Protocollo, siglato dal Ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, e il Capo del Dipartimento federale delle finanze del governo elvetico, Eveline Widmer-Schlumpf, modifica infatti la Convenzione per evitare le doppie imposizioni e consente lo scambio di informazioni su richiesta ai fini fiscali. Il Protocollo dovrà essere ratificato dai rispettivi Parlamenti, ma quando il passaggio parlamentare sarà completato "il fisco italiano potrà richiedere alla Svizzera informazioni anche sui rapporti bancari dei contribuenti italiani in essere a partire dalla data della firma, quindi da oggi", si legge in un comunicato diffuso dal Ministero dell'Economia. Quanto deciso "avrà inevitabili effetti sulla regolarizzazione spontanea dei capitali detenuti illegalmente nella Confederazione", perché le autorità fiscali italiane potranno richiedere alla Svizzera informazioni e individuare i contribuenti che hanno portato capitali fuori senza dichiararli. Coloro che vorranno regolarizzare la loro posizione, potranno farlo pagando tutte le imposte dovute, come prevede la legge, e usufruendo di sanzioni più basse. L'accordo firmato "va nella direzione dell’eliminazione dei paradisi fiscali — ha commentato Padoan —. Ci sono altri paradisi fiscali ma questa intesa va nella direzione della loro eliminazione. Per loro sarà sempre meno conveniente e più difficile resistere allo scambio di informazioni e sarà meno conveniente rivolgersi a questi Paesi".

© Riproduzione Riservata.