BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPILLO/ Meno tasse si può, ma il "piano" resta nel cassetto (di Renzi)

Pubblicazione:

Matteo Renzi (Infophoto)  Matteo Renzi (Infophoto)

L'apice del paradosso si raggiunge andando a rispolverare le slide presentate la scorsa primavera, una delle quali era intitolata "La trasparenza della spesa pubblica" e veniva dettagliata specificando che la pressione dell'opinione pubblica sul tema sarebbe stata essenziale per contribuire a ridurre ed evitare gli sprechi, proponendo poi l'apertura al pubblico della Banche dati delle pubbliche amministrazioni, dell'Autorità di vigilanza sui contratti pubblici e dei dati sulle partecipate locali. Il tutto doveva avvenire secondo il principio fondamentale per cui "tutto deve essere disponibile on-line, tranne quello che è esplicitamente e strettamente confidenziale per motivi ovvi".

Di fatto la soluzione per avere accesso al piano Cottarelli è contenuta nel dossier stesso, che però fonti governative non vogliono rendere pubblico, rifiutandosi di fornire utili informazioni. Il quadro semiserio che ne esce potrebbe tranquillamente essere la trasposizione di una barzelletta, non fosse dipinto da dichiarazioni ufficiali provenienti da organi e uffici di rango ministeriale, il cui fine ultimo dovrebbe essere quello di servire l'interesse dei cittadini. Kafka avrebbe di che divertirsi ai giorni nostri.

L'iniziativa di foia.it non è riuscita a ottenere gli effetti sperati e il Governo rimane muto. Sarà forse necessario che qualcuno richiami l'attenzione sulla questione in maniera più energica e colorita? Un De Falco della situazione che inviti Renzi a "tornare a bordo" sul tema della spending review e dell'abbattimento della spesa pubblica improduttiva? Chissà, magari ci toccherà di assistere anche a questo e nella concitazione del momento ci faremo pure una grassa risata. Ne abbiamo davvero tanto bisogno. Poi però torniamo seri e affrontiamo la questione con la determinazione necessaria. Il piano Cottarelli può contenere idee e proposte fondamentali per evitare nuovi tagli lineari, nuove tasse, nuove minacce dovute a oscillazioni dello spread, ma serve coraggio e quella volontà politica che oggi appare del tutto assente e che crea un vuoto assordante e sconcertante. 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.