BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a +3,2%. Messina (Intesa Sanpaolo): nazionalizzazione di Montepaschi è possibile

Pubblicazione:mercoledì 11 marzo 2015 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 11 marzo 2015, 17.32

Infophoto Infophoto

MPS NEWS Piazza Affari chiude brillantemente la giornata con un +2,18% e Mps sale del 3% fermandosi poco sopra la soglia dei 60 centesimi ad azione. Domani sul numero di Panorama in edicola leggeremo un'intervista all'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, di cui le agenzie stanno battendo alcune anticipazioni. In una di queste si legge che il manager ritiene possibile una nazionalizzazione di Montepaschi. L'importante, chiarisce, è che poi lo Stato sia in grado di creare valore e di non fare operazioni politiche.

MPS NEWS Giornata positiva per Piazza Affari e anche per Mps, che con un +3,2% supera quota 60 centesimi ad azione. Intanto Il Sole 24 Ore spiega che Montepaschi ha chiuso la gara per esternalizzare la gestione di crediti deteriorati di piccolo taglio, per un importo complessivo di circa 3 miliardi di euro.  Nel dettaglio si tratta di crediti ipotecari o chirografari, ciascuno del valore lordo inferiore a 150.000 euro, con un valore medio che si aggira intorno ai 60.000 euro. 

MPS NEWS La giornata di Piazza Affari è all’insegna del rialzo e Mps sale dello 0,7%, avvicinandosi così ai 59 centesimi ad azione. Secondo quanto scrive Milano Finanza, il patto di sindacato di Montepaschi starebbe cercando una donna per completare la sua lista per il rinnovo del Cda. Cacciatori di teste sarebbero quindi al lavoro e sembra che le caratteristiche richieste siano quelle di essere imprenditrice e possibilmente senese. La lista dovrebbe essere completata alla fine di questa settimana o all’inizio della prossima. Ovviamente, vista la normativa sulle quote rosa, non si tratterà dell’unica donna in Cda.



© Riproduzione Riservata.