BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FONDAZIONI/ CariVerona migliora nel 2014, tengono le erogazioni

Più proventi e utili nel 2014 per la Fondazio ne CariVerona, che mantiene le erogazioni di welfare sussidiario sul territorio nonostante la crisi. Si rafforza anche il patrimonio.

Paolo Biasi Paolo Biasi

Migliorano proventi e utili della Fondazione CariVerona, una delle maggiori fondazioni italiane di origine bancaria. Il bilancio 2014 è stato approvato dal consiglio generale presieduto da Paolo Biasi. I ricavi sono cresciuti a 72,1 milioni (+12,1%) mentre l'avanzo è saliuto a 58,5 milioni (+9,9%). I fondi a disposizione per l'attività istituzionale hanno registrato un progresso a 46,4 milioni (+9,9%).

Nell'ultimo esercizio - grazie agli accantonamenbti prudenziali effettuati negli anni precedenti - la Fondazione ha potuto erogare 76,2 milioni su 672 interventi nei veri ambiti del welfare sussidiario, anzitutto nelle quattro province di radicamento dell'ente: Verona, Vicenza, Belluno e Ancona. Sono stati destinati 31,2 milioni a progetti poliennali, mentre 43, 8 milioni hanno risposto a richieste presentate alla Fondazione tramite bandi.

In dettaglio: 11,2 milioni nell'area Salute (a cominciare dalla'Ospedale della Donna e del Bambino a Verona); 27,5 milioni nell'area vArte e Cultura (recupero straordinario all'Arena e altro); 4,9 all'area Istruzione  e3,1 alla Ricerca scientifica e tecnologica (soprattutto borse di studio negli atenei del territorio); 16,5 all'area Volontariato e Filantropia (esempio: il progetto Esodo per il recupero di detenuti in quattro province); 10,2 milioni all'Assistenza agli anziani e 1,2 milioni alla Solidarietà internazionale.

A fine 2014 il patrimonio della Fondazione (che tuttora detiene oltre il 3,5% di UniCredit) ammontava a 2,681 milioni, in aumento (+0,5%). 

© Riproduzione Riservata.