BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NOTIZIE RCS LIBRI / Esclusiva a Mondadori fino al 29 maggio. Franceschini: sono preoccupato

E’ in corso da questa mattina il consiglio di amministrazione di Rcs Mediagroup per fare il punto sulla possibile cessione di Rcs Libri alla Mondadori. L'offerta sarebbe di 150 milioni

Rcs Mediagroup Rcs Mediagroup

Anche il ministro della Cultura Dario Franceschini ha commentato la decisione di Rcs MediaGroup di proporre al Gruppo Mondadori la concessione di un periodo di esclusiva sino al 29 maggio 2015 per "approfondire termini e condizioni" dell’eventuale cessione di Rcs Libri. "Ho letto quello che ha detto il presidente del Consiglio, capisco Matteo, ma io sono preoccupato in particolare per il settore del libro scolastico e naturalmente del libro in genere - ha detto Franceschini a margine di un workshop a Firenze - Quello del libro è un settore molto sensibile, del resto non saranno il governo, né il presidente del Consiglio né io a decidere, ma quando le procedure saranno avviate, a decidere sarà l’autorità antitrust, un’autorità indipendente che valuterà secondo le regole del nostro ordinamento se c’è un rischio di trust o meno".

Il consiglio di amministrazione di RCS MediaGroup ha deciso di proporre al Gruppo Mondadori la concessione di un periodo di esclusiva sino al 29 maggio 2015, "al fine di approfondire termini e condizioni dell’eventuale operazione, riservandosi ogni conseguente valutazione nel merito". E’ quanto si legge in una nota diffusa poco fa dal gruppo editoriale che nella stessa riunione ha fatto il punto sulle operazioni riguardanti le radio del gruppo Finelco (in particolare Radio 105, Radio Monte Carlo e Virgin Radio): il Cda "ha preso atto dello stato di avanzamento delle previste attività di cessione di asset non core - si legge - nell’ambito delle quali è stata avviata una negoziazione in via esclusiva con un primario operatore finanziario per la possibile cessione della quota di partecipazione del 44,45% detenuta da RCS MediaGroup in Gruppo Finelco".

E’ in corso da questa mattina il consiglio di amministrazione di Rcs Mediagroup per fare il punto sulla possibile cessione di Rcs Libri (che comprende, tra gli altri, anche Rizzoli, Bompiani, Fabbri Editori, Adelphi e Bur) alla Mondadori. L'offerta è sul tavolo, circa 150 milioni di euro secondo recenti indiscrezioni di stampa, presentata a metà del mese scorso: l’eventuale vendita verrebbe comunque rinviata a dopo il 23 aprile, giorno in cui è prevista l’assemblea degli azionisti di Rcs per l’approvazione del bilancio 2014 e il rinnovo del Cda in scadenza. Alla riunione è ancora assente Roland Berger, vicepresidente che aveva già saltato il Cda del 2 marzo scorso. Il 19 febbraio il ministro della Cultura Dario Franceschini si era detto "molto preoccupato" riguardo le notizie che anticipavano un possibile acquisto di Rcs Libri da parte di Mondadori. "Ci sono organi e Autorità che valuteranno in base alle norme tutti i profili dell'operazione – aveva aggiunto - Ma non c'è settore più delicato e sensibile per la libertà di pensiero e di creazione del mercato dei libri". Era quindi giunta la replica del premier Matteo Renzi, intervistato da L’Espresso: "Capisco le preoccupazioni del ministro Dario Franceschini. Ma io non mi preoccupo di Mondadori, mi preoccupo di Rcs-Corriere della Sera il cui valore è stato distrutto da scelte discutibili".

© Riproduzione Riservata.