BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DEF 2015/ La favola del tesoretto e "l'elemosina" dall'Ue

Pubblicazione:sabato 11 aprile 2015 - Ultimo aggiornamento:domenica 12 aprile 2015, 1.24

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

Gli otto interventi sulla spesa sono dunque otto punti interrogativi. Dovrebbero rastrellare 10 miliardi (molto meno di quel che era previsto nella spending review di Cottarelli) per evitare un aggravio delle imposte l’anno prossimo con la clausola di salvaguardia che farebbe scattare l’aumento dell’Iva. Gli altri 6 miliardi provengono, indovinate un po’, da una nuova trattativa con Bruxelles che dovrebbe consentire un aumento del deficit strutturale (cioè al netto della congiuntura) allo 0,4% nel 2016, rinviando ancora il pareggio del bilancio. Il governo conta di ottenere il via libera grazie al fatto che porterà sul tavolo dell’Ue la realizzazione delle riforme annunciate un anno in base alle quali aveva ottenuto una lettera di credito.

Gli economisti di palazzo Chigi ribattono che tagliare di più le spese avrebbe comunque un impatto negativo sulla crescita. È vero, se non è accompagnato da una riduzione della pressione che fiscale che ha una ricaduta sulla domanda interna molto più forte e diretta rispetto alla spesa pubblica. Ma nulla di tutto ciò è all’orizzonte.

Le imposte, come si è visto, non si tratta di ridurle, bensì di evitare un loro aumento (16 miliardi), inevitabile se non si resta entro i limiti di bilancio stabiliti dall’Unione europea. Renzi conta di utilizzare il “tesoretto” per estendere il bonus di 80 euro o per un sostegno alle fasce più povere della popolazione. Obiettivi entrambi necessari che non dovrebbero essere in contrapposizione. Ma siamo alle briciole. Del resto, a ben vedere, l’intera politica economica resta marginalistica e si gioca su margini assai ridotti, appena lo 0,1%: più 0,1% di crescita e più 0,1% di deficit. Un’operazione da un decimale di punto che non si può certo chiamare né lungimirante, né coraggiosa. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.