BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

DALLA GRECIA/ La grande farsa del "processo" di Atene

InfophotoInfophoto

O ancora perché l'indice della Borsa di Atene ha toccato quota 6000 (oggi l'indice Ase si aggira oggi sui 780 punti). Ma la liste delle "distorsioni" sarebbe ancora lunga. In altre parole, la commissione dovrebbe avere il coraggio di sporcarsi le mani per una sana e rigeneratrice "katarsi" che aiutasse a riflettere sugli errori politici e sociali del passato di un Paese che ha vissuto ben al di sopra delle sue reali capacità di produrre ricchezza.

Data storica l'ottobre del 2009: è la presa di coscienza che i padri hanno divorato il futuro dei propri figli. È anche l'inizio di un quinquennio di tagli e sacrifici - chi ha sbagliato ha già pagato (i socialisti al 4%, i conservatori al 27%) - e della ricostruzione di una struttura statale che, prima, è sempre stata funzionale a una politica clientelare che si è cristallizzata nel tempo. Anche per questa ragione una serie di riforme per modellare uno Stato moderno e competitivo non riescono a essere applicate: la politica ha offerto dei privilegi che sono difficili da smantellare.

© Riproduzione Riservata.