BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GEO-FINANZA/ Bini Smaghi: Grexit non è un'ipotesi teorica, Europa acceleri su riforme strutturali (e guardi all'Africa)

Pubblicazione:

Francesco Confuorti  Francesco Confuorti

Secondo Moremi Marwa, dello stock exchange di Dar es Salaam in Tanzania, l'Africa cresce al momento al ritmo del 4-5%, ma il reale potenziale è più vicino al 10%. "Ci sono grandi possibilità di investimento in Africa - ha detto - soprattutto in settori come le infrastrutture, i trasporti o il settore alimentare. In Africa un ettaro di terreno produce due tonnellate di grano, in Europa invece saliamo a 10. Dobbiamo ridurre questo gap e le aziende europee, e in particolare quelle italiane, in questo scenario possono trovare importanti opportunità di business". 

Una testimonianza della sempre maggiore importanza dell'Africa è stata offerta da Raffaele de Lutio, direttore centrale per i paesi dell'africa subsahariana del ministero degli Affari esteri. "Dalla fine del 2012 inizio 2013 - ha spiegato - abbiamo deciso di rivolgere un'attenzione sempre maggiore a quest'area e in particolare all'africa subsahariana e in questo contesto abbiamo lanciato l'iniziativa Italia-Africa che prevede un ciclo di incontri per creare sempre maggiori canali di comunicazione e opportunità di lavoro fra il nostro paese e gli stati africani". Se gli investimenti diretti italiani in Africa rimangono ancora piuttosto bassi, ha osservato De Lutio, l'interscambio è in crescita, in particolare con paesi come Angola, Etiopia e Algeria". (AQ)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.