BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SENTENZA PENSIONI/ Ecco chi pagherà rimborsi e diritti acquisiti

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Con il passare degli anni lo squilibrio generazionale del sistema previdenziale italiano sta assumendo dimensioni sempre più ingiustificabili e sta aumentando anche la consapevolezza di questa evidenza tra la popolazione. Boeri, il neo-presidente presidente dell'Inps, ha garantito (cosa per la verità già fatta puntualmente dal suo predecessore) che presto verrà messo a punto un sistema grazie al quale tutti saranno in grado di conoscere l'ammontare della propria futura pensione. A quel punto tutti potranno facilmente confrontare l'entità dei contributi che versano con gli importi che riscuoteranno una volta in pensione e credo che le notizie per i miei coetanei trentenni saranno molto amare. 

Anche se i giudici della Consulta se ne potranno lavare le mani, perché in Italia l'equità generazionale non è un principio garantito dalla nostra moderna, e sempre al passo con i tempi, Carta costituzionale.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
16/05/2015 - Il crivello della Corte Costituzionale (umberto persegati)

L'affermazione della Corte che l'interesse generale dei pensionati sarebbe stato irragionevolmente sacrificato, nel nome di esigenze finanziarie non illustrate in dettaglio, fa dedurre che: 1) se fossero state dettagliate, la norma si sarebbe salvata dalla dichiarazione di incostituzionalità; 2) il giudizio circa la ragionevolezza del sacrificio e le dettagliate esigenze finanziarie non spetta al Parlamento ma alla Corte. Si può aggiungere che la Corte poteva e doveva usare altro strumento a sua disposizione, come insegnato da S.Cassese, ex componente della Corte stessa, prima di emettere una sentenza dagli effetti dannosi per i giovani lavoratori, come ben messo in luce dall'articolista.