BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SUMMIT FONDAZIONI/ Dall'Expo iniziativa globale per i giovani migranti

Dall'Assemblea annuale dell'European Foundation centre - all'Expo di Milano - un'iniziativa delle grandi fondazioni a favore dei giovani migranti sbarcati senza genitori. 

Giuseppe Guzzetti, presidente Acri Giuseppe Guzzetti, presidente Acri

Oltre 700 esponenti di 270 fondazioni sparse in 42 paesi di tre continenti hannno animato una "tre giorni" che ha inaugirato i grandi eventi globali dell'Expo 2015 di Milano: l'Assemblea generale annuale dell'European Foundation Centre (Efc), il maggior club internazionale degli enti filantropici L'Efc, fondata nel 1989, ha visto negli ultimi anni le sue file rafforzarsi con l'adesione dell'Acri, presieduta da Giuseppe Guzzetti, e di numerose  fondazioni bancarie italiane. Ed è questo mondo da Fondazione Cariplo a Compagnia San Paolo, a Umanamente, a Enel Cuore Onlus, a UniCredit Foundation - che si è fatto promotore dell'invito all'Expo per la 26esima Efc-Aga sul tema: "Philantropy: Visions and Energy for Change".

Al termine dei tre giorni di conferenze dedicate alla filantropia europea, tutte le fondazioni hanno a sorpresa annunciato un impegno concreto nell'emergenza migranti in atto in questi mesi, promettendo di occuparsi nello specifico dei minori stranieri che sbarcano sulle coste del Mediterraneo senza genitori al seguito. Ha spiegato Sergio Urbani, segretario generale di Fondazione Cariplo: "La nostra iniziativa si muove per sostenere i minori stranieri non accompagnati che arrivano in Europa, con l'intento di superare l'emergenza e contribuendo a garantire nel lungo periodo il loro benessere e la loro inclusione".

"L'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati costituisce una sfida che va oltre le frontiere nazionali, richiede risposte concrete a livello europeo", ha confermato Gerry Salole, Ceo di Efc. Il progetto dovrebbe partire già dalla fine di quest'anno e collaborerà con l'organizzazione Epim (European Programme for Integration and Migration) che già da 10 anni lavora sui temi della migrazione in Europa. 

Guzzetti ha riassunto così le linee guida della tre giorni: "Filantropia, visioni ed energia per il cambiamento sono i temi dell'Aga Efc di quest'anno. Mi viene in mente l'immagine di un generatore di energia a cui se ne collega un altro e poi un altro ancora; questi generatori sono le fondazioni filantropiche. Insieme possiamo davvero contribuire a cambiare le nostre comunità per il bene delle persone che vi vivono, non solo in Italia ma anche in altri Paesi del mondo. Possiamo però dire che oggi il nostro Paese viene guardato come modello e best practice in ambiti come housing sociale e ricerca scientifica, oltre a contribuire al nutrimento del pianeta col cibo, la cultura e con modelli di vita sostenibili per il benessere delle persone".

Secondo Salole "il ruolo delle Fondazioni è cruciale per sostenere i protagonisti del cambiamento di domani, contribuendo ad un futuro più sostenibile per tutti". Per non lasciar cadere nell'alveo dei "bei progetti ma solo a parole", l'organizzazione italiana dell'Aga Efc ha distribuito il cibo non utilizzato alla Fondazione Banco Alimentare per darlo ai più bisognosi, ha fatto gestire tutti i catering delle site visit da cooperative sociali e ha utilizzato, per il trasporto dei vari ospiti, veicoli elettrici.

© Riproduzione Riservata.