BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IMU AGRICOLA / Il Ministero delle Finanze chiarisce scadenza e modalità di calcolo

Imu agricola, tutte le informazioni per il calcolo: la scadenza per il pagamento il 16 giugno con esenzione di 200 euro per coltivatori diretti e iap (imprenditore agricolo professionale).

Imu Imu

Il prossimo 16 giugno è il termine stabilito dal Governo per il pagamento dell’Imu sia agricola che sulle seconde case oltre che della Tasi. In ragione dei tanti dubbi dei cittadini sulla questione dell’Imu agricola, il Ministero delle Finanze ha reso disponibile un documento nel quale vengono chiariti alcuni punti focali. In particolare viene ribadito come la tassa debba essere corrisposta entro il 16 giugno insieme a Tasi ed Imu sulle eventuali seconde case. Inoltre, viene ricordato che con il decreto legge 4/2015, sono stati definiti nuovi criteri per l’esenzione dell’Imu agricola. Nello specifico a giovarsi dell’esenzione saranno quei comuni definiti dall’Istat, montani. Sempre nell’ambito dello stesso decreto è stata stabilita una detrazione massima pari a 200 euro per tutti i terreni che sono ubicati in comuni ‘svantaggiati’. Una norma di difficile applicazione per semplice cittadini che tuttavia possono giovarsi di ulteriori chiarimenti presentati dal Ministero:

Della detrazione ne possono beneficiare solo coltivatori diretti e Iap (imprenditore agricolo professionale)

La detrazione viene calcolata su tutti i terreni di un determinato proprietario anche se ubicati in comuni ‘svantaggiati’ differenti

Se un terreno è di più proprietari, la detrazione va suddivisa in maniera proporzionale tra quelli che ne sono beneficiari (iap e coltivatori diretti)

© Riproduzione Riservata.