BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Sapelli: tra Draghi e Grecia l'Europa finirà con uno "sbadiglio"

Pubblicazione:martedì 16 giugno 2015

Mario Draghi (Infophoto) Mario Draghi (Infophoto)

Draghi ha risposto da par suo confermando la fama che nei circoli eurocratici e tecnocratici aleggia intorno a lui: ha risposto da "Florentine", dicendo e non dicendo e infine poi lanciando la pesante bordata "non si può scaricare le colpe di se stessi sugli altri " che ha fatto imbufalire l'interlocutore greco. Mi chiedo cosa possano servire incontri di questo tipo se non a umiliare ulteriormente le istituzioni parlamentari europee nei confronti di quelle tecnocratiche senza legittimazione. 

I parlamentari hanno un tempo strettamente contingentato per porre le loro domande e lo squilibrio tecnico tra un esperto come Draghi o qualsivoglia funzionario e l'assemblea tutta dei parlamentari europei emerge con una drammaticità evidente che spiega bene il non equilibrio, non tanto di competenze, quanto di poteri esistenti tra le istituzioni, sottratte alla volontà popolare, e quelle invece cha da essa dovrebbero dipendere come appunto il Parlamento europeo. 

E un'altra cosa va aggiunta. Sarebbe opportuno tenere queste audizioni non nelle ore in cui le borse europee sono aperte, perché qualsivoglia parola dica il governatore della Bce turba i mercati e questa "cattiva governance di contesto" non deve essere più permessa. Non è sostenibile. Tanto più quando, come è successo ieri, rilevanti notizie più di quanto già possediamo non ne sono state date, altro non facendo che stimolare pettegolezzi e suggestioni speculative che sarebbe assai meglio evitare. 

Insomma, anche questa volta giunge confermata la tesi che, per seguire l'insegnamento del grande Thomas S. Eliot, la fine dell'Europa "non avverrà tramite un big bang, ma con uno sbadiglio".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.