BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRISI GRECIA/ Il "metodo Alitalia" può salvare Atene

Per UGO ARRIGO bisogna chiedere alla Grecia di garantire un avanzo primario da utilizzare per pagare gli interessi, liberandola però dalla restituzione dei debiti pregressi

Tsipras e Juncker (Infophoto) Tsipras e Juncker (Infophoto)

Scambio incrociato di accuse in vista dell’Eurogruppo di oggi sulla Grecia. Alexis Tsipras ha attaccato il Fondo Monetario Internazionale affermando che ha delle responsabilità “criminali” per la situazione di Atene. Mentre il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato a sua volta che il premier greco sta mentendo sull’andamento della trattativa. Ieri il ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis, si è incontrato con Angel Gurria, segretario dell’Ocse (Organizzazione per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo) proprio per tentare una mediazione in extremis. Ne abbiamo parlato con Ugo Arrigo, professore di Finanza pubblica all’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Professore, alla fine si riuscirà a trovare un accordo?

Un accordo è inevitabile, così come è un dato appurato che quello tra Grecia e Ue sia un gioco delle parti. Oltretutto entrambe le parti in passato hanno commesso degli errori. Bruxelles ha sbagliato in quanto ha imposto ad Atene delle politiche di austerità che non avevano senso, ma anche i governi greci che si sono succeduti nel tempo hanno avuto la loro parte di responsabilità. Quello che manca a entrambe è l’autocritica.

In che senso anche la Grecia ha la sua parte di responsabilità?

Le politiche di finanza pubblica di Atene negli anni passati sono state insostenibili. Con gli statali che vanno in pensione a 55 anni e con pensioni slegate dai contributi versati, i difetti del sistema di welfare greco sono molto simili a quelli dell’Italia. Non si capisce perché i tedeschi debbano andare in pensione a 67 anni, con regole di equivalenza molto rigide tra quanto versano e quanto ricevono, e in più si chieda loro di prestare soldi ad Atene per permettere ai dipendenti pubblici greci di andare in pensione a 55 anni.

Se entro il 30 giugno non si troverà un accordo la Grecia va in default. Lei che cosa si aspetta?

La Grecia può rimborsare i prestiti solo facendosi a sua volta prestare i soldi da qualcun altro, cioè dal mercato privato. Una soluzione praticabile però esiste. Quello che si dovrebbe utilizzare nei confronti della Grecia è una sorta di approccio della clessidra. Quest’ultima è fatta di due parti che comunicano tra di loro attraverso un canale molto sottile.

Che cosa rappresentano le due parti della clessidra?


COMMENTI
18/06/2015 - vogliamo fare un po' di informazione corretta?? (Pietro Sita)

Vorrei sottoporre all'attenzione dei lettori il seguente articolo sul sito zero hedge (per chi conosce l'inglese è un sito preziosissimo per la vera informazione non prezzolata dai banksters )http://www.zerohedge.com/news/2015-06-17/greek-debt-committee-just-declared-all-debt-illegal-illegitimate-and-odious Nell'articolo si fa riferimento ad un altro articolo precedente (http://www.zerohedge.com/article/odious-debt-definition) nel quale venivano definiti i termini legali del "debito odioso" Il succo dell'articolo è che una commissione Greca ha stabilito (con ampia ragione)che il debito Greco è illegale, illegittimo ed odioso pertanto può essere ripudiato. Le leggi internazionali lo prevedono, ovviamente quelle serie non quelle inventate delle banche d'affari dal FMI etc.. Molto succintamente viene sottolineato che il debito Greco era insostenibile fin dal primo salvataggio, lo sapevano tutti ma dovevano puntellare le banche Greche e le altre banche europee che erano esposte verso la Grecia. Il 90% dei fondi non è neppure transitato in Grecia perché e finito direttamente nelle banche. La stessa cosa succederebbe oggi: il popolo Greco continuerebbe a soffrire inutilmente perché non c'è via di uscita a questa situazione. Il problema sono le BANCHE e l' europa dei banchieri! L'accanimento nel cercare di tenere in piedi la situazione attuale è dovuto al tentativo di nascondere il FALLIMENTO di questa costruzione mostruosa che è l' UE nata dall'ignoranza della finanza SANA