BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a -2,19%. Assopopolari accoglie la neozelandese Co-op Money

Pubblicazione:giovedì 18 giugno 2015 - Ultimo aggiornamento:giovedì 18 giugno 2015, 17.32

Infophoto Infophoto

MPS NEWS Alla fine Piazza Affari è riuscita a chiudere in rialzo dello 0,86%, mentre Mps ha terminato con un -2,19% che porta il titolo sotto la soglia degli 1,83 euro ad azione. L’Associazione fra le Banche Popolari conta una nuova adesione. Si tratta della neozelandese Co-op Money, da sempre in prima linea nel rafforzamento dell’economia reale e nel consentire alle banche socie di raggiungere quelle economie di scala e quell’efficienza operativa necessarie per essere competitive ed avere successo nei mercati. Per il Segretario Generale di Assopopolari Giuseppe De Lucia Lumeno si tratta di un evento che "rappresenta una estensione dello spirito cooperativo che ad ogni latitudine si pone l’obiettivo di corrispondere sempre meglio ed efficacemente alle attese dei territori e delle comunità servite".

MPS NEWS Piazza Affari prosegue la sua giornata in rosso e Mps cede il 3,4%, vicino a quota 1,8 euro ad azione. Mf-Dow Jones ricocrda che per conoscere quale sarà la nuova compagine azionaria post-aumento di capitale di Montepaschi bisognerà attendere il 29 giugno. Lunedì 22, infatti, i vertici della banca depositeranno presso il Registro delle imprese la composizione del nuovo capitale. Da quel momento vecchi e nuovi azionisti con una partecipazione sopra il 2% avranno 5 giorni di borsa aperta per comunicare le proprie posizioni.

MPS NEWS Piazza Affari parte in rosso e Mps cede l’1,4%, scendendo sotto quota 1,85 euro ad azione. Milano Finanza, citando l’articolo 13 dello statuto di Montepaschi, ricorda che se Alessandro Profumo dovesse rassegnare le sue dimissioni in contemporanea con l’approvazione della semestrale il 6 agosto, il suo successore non potrebbe essere nominato prima della metà circa di settembre. Infatti l’elezione deve avvenire tramite il varo dell’assemblea dei soci e devono trascorrere 30 giorni dalla convocazione all’effettiva assemblea. Dunque, a meno di un passo indietro anticipato di Profumo, il suo successore non entrerebbe in carica prima di settembre.



© Riproduzione Riservata.