BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ Grecia, 6 "istruzioni" per capire il tira e molla con i creditori

Pubblicazione:martedì 23 giugno 2015

Infophoto Infophoto

P.S.: Guardate questo grafico, ci mostra le reazione del mercato obbligazionario sovrano dei cosiddetti Paesi periferici Ue alla pubblicazione da parte della Bbc di un'indiscrezione ancora tutta da confermare. Un'apoteosi di ottimismo, con lo spread portoghese giù addirittura di 55 punti base! Ma cosa aveva detto la Bbc attorno alle 16.45? Il suo caporedattore economico, Robert Peston, aveva intervistato il ministro dell'Economia greco, George Stathakis, a detta del quale «le nuove proposte del governo hanno rotto l'ingorgo diplomatico con i creditori», tanto che entro la serata i capi di governo dell'eurozona avrebbero comunicato che ci sono nuove basi per un accordo formale con Atene per completare il programma di salvataggio e quindi sborsare l'ultima tranche di aiuti pari a 7,2 miliardi di euro. Insomma, la Grecia era salva! 

Oggi scopriremo se davvero c'è stato quel comunicato, nel frattempo due cose. Attenzione alle reazioni pavloviane dei mercati sulla Grecia, finora hanno portato solo guai. Secondo, di quei potenziali 7,2 miliardi, entro il 30 giugno 1,5 andrebbero al Fmi, mentre a luglio ci saranno scadenze per 465 milioni ancora verso il Fmi il 13, poi pagamenti di interessi sul debito per oltre 300 milioni il 19 ma, soprattutto, il 20 va in scadenza un bond da 3,5 miliardi detenuto dalla Bce, il cui mancato pagamento fa scattare il default e la sospensione dei fondi Ela. Proprio sicuri che ci sia tanto da festeggiare, ammesso e non concesso che la notizia della Bbc sia vera?





© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.