BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ Gli "interessi" della Fed sulla crisi greca

Pubblicazione:giovedì 25 giugno 2015

Infophoto Infophoto

Signori abbiamo scherzato, tutto da rifare. I creditori internazionali, Fmi in testa, hanno bocciato il piano presentato dal governo greco per trovare un accordo che sblocchi l'ultima tranche di aiuti da 7,2 miliardi e Alexis Tsipras è esploso. Il premier greco ha infatti aspramente criticato le obiezioni avanzate dai creditori di Atene in merito alle proposte di riforme necessarie, attaccando «l'insistenza di certe istituzioni nel non voler accettare misure equivalenti». Parlando con alcuni membri del suo governo, Tsipras ha criticato il trattamento di alcuni paesi nei confronti di Atene: «Non è mai accaduto prima che non si approvassero misure compensative, né in Irlanda né in Portogallo», ha twittato il premier ellenico. Concludendo con un nemmeno troppo criptico, «ciò significa due cose: o non vogliono l'accordo o sono al servizio di interessi specifici in Grecia». 

A stretto giro di posta, prima che iniziasse l'Eurogruppo di ieri sera (l'ora non ci ha consentito di seguirlo, ndr), fonti Ue hanno confermato le tensioni - «Le posizioni sono ancora lontane, non ci sono stati molti progressi» - e anche il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, come già annunciato da Christine Lagarde dopo il vertice di lunedì sera, aveva ammesso che «resta molto lavoro da fare». Al netto di quanto potrà essere successo nel corso della scorsa notte e quindi con la possibilità che questa mattina, prima di leggere questo articolo, il tg vi abbia informato che invece l'accordo è stato raggiunto, ragioniamo su alcuni punti che potrebbero offrire un significato più profondo e inquietante alle parole di Alexis Tsipras sopra riportate. 

Primo, cosa conteneva il piano greco rigettato dai creditori? Essenzialmente due numeri, i quali hanno immediatamente fatto alzare le barricate del Fmi: misure complessive per 7,9 miliardi di euro, 7,3 dei quali ottenuti da innalzamento di tasse e contributi per la previdenza sociale. Pensioni? Zero, se non un vago richiamo a un disincentivo per chi volesse andare in pensione prima del tempo. E su questo punto, il Fmi era stato molto chiaro fin da subito attraverso il suo capo economista, Olivier Blanchard, il quale aveva riassunto in questo modo il vero nodo del contendere: «Pensioni e stipendi pesano per il 75% della spesa primaria greca, mentre il rimanente 25% è già stato tagliato fino all'osso. La spesa pensionistica pesa per il 16% del Pil greco e i trasferimenti dal budget statale al sistema pensionistico sono vicini al 10% del Pil. Noi pensiamo che sia necessario un riduzione della spesa pensionistica dell'1% del Pil (sul 16%), operazione per fare la quale si potrà comunque continuare a proteggere i pensionati al minimo». Insomma, il Fmi voleva interventi sulle pensioni e non aumenti di tassazione, se non l'Iva, e questo Tsipras lo sapeva bene: quindi, presentando quel piano, sapeva che il Fmi l'avrebbe bocciato. Non è forse lui, allora, a giocare uno strano gioco? 

Secondo, questi due grafici ci dicono che i mercati prezzavano già martedì la bocciatura. Il primo ci mostra come da inizio settimana (lunedì e martedì) l'indice benchmark di Atene fosse salito del 16%, esattamente la stessa dinamica accaduta prima dei crolli di dicembre 2014 e febbraio e maggio di quest'anno. Insomma, chi investe seriamente sta speculando sul breve, sapendo che la situazione è tutt'altro che risolta e risolvibile con questi pannicelli caldi. Il secondo grafico, invece, ci mostra come nello stesso arco temporale i bond bancari greci abbiano si recuperato qualcosa, ma al di sotto dei massimi della settimana precedente: sintomo che il mercato sa che quelle banche sono fallite senza i soldi dei fondi Ela. 

 

 

 


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
25/06/2015 - si faccia la riforma previdenziale greca (antonio petrina)

la riforma previdenziale greca sia fatta come quella italica : in ballo i 40 miliardi del prestito italico nel fondo salva stati saranno così ben risposti!