BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ACCORDO GRECIA-UE/ Sapelli: la Germania è già pronta alla "vendetta"

Pubblicazione:

Angela Merkel (Infophoto)  Angela Merkel (Infophoto)

Dopo molte ore, durante le quali i popoli dei ghiacci osservarono i greci con disprezzo, giunse il verdetto finale, ch'era la cacciata nel deserto. Solo allora un lampo rischiarò il cielo e le mura tremarono: erano giunti dai mari oltre le colonne d'Ercole gli alati fenicotteri armati di lunghi coltelli della Patria del libero sguardo. Erano forti guerrieri, che pur disponendo di meno armi di un tempo incutevano ai germani ancora un forte terrore. 

Di fretta si richiamarono i greci nel cunicolo, si diedero loro un po' di denari, di medicine, di viveri e li si riconvoco di lì a qualche mese. Molti cantarono vittoria, altri dissero che in verità le sofferenze greche non erano che l'anticipo di quelle che i germani volevano infliggere ai franchi e poi anche ai popoli oltre le colonne. L'Anabasi sarebbe continuata.

 

(manoscritto ritrovato nel camion DHL trasportante nel 2016 il Partenone verso la Germania e intercettato dai franchi presso Avignone)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
15/07/2015 - divertente (Claudio Baleani)

La storia di Sapelli mi ha divertito. Vorrei chiedere al professore quanto segue: mettiamo che vada tutto bene, che il parlamento greco voti a favore e fa le riforme, che il parlamento tedesco pure voti a favore come anche gli altri, i soldi chi ce li mette? Il Regno Unito ha detto che loro non fanno parte dell'euro e dunque non pagano, i tedeschi hanno detto che non pagano, come anche gli italiani. I soldi chi li tira fuori? L'ESM. Ce li mette l'ESM che è un organismo finanziario fatto a posta per questi casi. Ha un capitale di 700 miliardi di cui però solo 80 veri, cioè tirati fuori dalle saccocce degli stati. Gli altri 620 prestati. Più che l'anabasi, bella storia militare dei greci che attraversano l'Asia, mi pare una storia anni '50 con Totò e De Filippo. Mi pare che il film si chiamava "La cambiale": emittenti, avallanti, giratari, firme, bolli, domiciliazione bancarie, sequestri, protesti, dichiarazioni in questura, macchine che non si trovano. Tutto uguale. L'unica cosa che manca, e questo lo dico con un certo sconcerto e dispiacere, è la bella donna, la gnoccona. Mah. Sapelli, ho tutti i film di Totò, ci facciamo una pizza e dopo ne vediamo uno?