BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TASSE/ Renzi: dal 2016 via la Tasi, tagli da 35 miliardi in tre anni

Pubblicazione:domenica 19 luglio 2015

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

E’ una "rivoluzione copernicana del fisco” quella annunciata ieri da Matteo Renzi durante l’assemblea nazionale del Partito Democratico. Abolizione della Tasi nel 2016, abbattimento dell’Ires per le imprese nel 2017 e taglio dell’Irpef l’anno successivo a fine legislatura: questi gli obiettivi del governo resi noti dal premier che ha parlato di un "impegno di riduzione delle tasse che non ha paragoni nella storia del Paese" e che soprattutto non avrà ripercussioni sul debito: "Dal 2016 l'Italia sarà tra i pochi paesi a rispettare il parametro del 3 per cento. L'Italia vedrà la curva del debito calare e non aumentare. Sul debito niente colpi a sorpresa". La riduzione sarà di 35 miliardi in meno di tre anni, che diventano 50 con i 15 già tagliati con il bonus di 80 euro e gli sgravi Irap. "Con questo governo e con la maggioranza del Pd non soltanto porteremo via l'imposta sulla casa nel 2016 e rispetteremo tutte le promesse del programma di Bersani - ha detto Renzi - ma soprattutto daremo un messaggio: il Pd non è più il partito delle tasse, non lo so se lo è mai stato, ma la percezione era questa. Adesso diventiamo il primo partito che le tasse le riduce davvero".



© Riproduzione Riservata.