BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

TAGLIO TASSE/ 1. Sapelli: è il “bluff” di Renzi per sfidare la Germania

Matteo Renzi (Infophoto)Matteo Renzi (Infophoto)

L’Italia muore di asfissia per eccesso del carico fiscale. E uno degli strumenti per non morire è di diminuirle, queste benedette tasse. L’unica cosa che gli rimprovero è di sottovalutare il rischio che corre agendo sui consumi e sulla proprietà immobiliare, scaricandone il peso sui comuni. Mi vedo già le continue trasmissioni di Vespa & Company con bacchette e bacchettine, tabelle e tabelline, interviste e intervistine, metri quadri, estimi catastali che faranno girare la testa agli italiani di ogni opinione politica, generando un infinito caos nell’opinione pubblica. Sarebbe stato assai meglio dare l’annuncio di una drastica riduzione sulle imposte delle attività produttive e dei servizi, industriali e commerciali, ecc., da cui scaturisce occupazione, reddito alle famiglie e da cui si può innescare un circolo virtuoso per gli investimenti.

Questo dimostra la mia tesi che Renzi ha buone idee, è sulla strada giusta, ma è mal consigliato. Rimane il fatto tuttavia, enormemente positivo, che ha intrapreso una strada giusta e ha colto il segnale che viene dalla vittoria di Tsipras e di Syriza e di tutti coloro che vogliono, con mille fatiche e umane debolezze, costruire una strategia alternativa a quella suicida via dell’austerità che sta disgregando l’Europa, devertebrandola senza pietà. 

© Riproduzione Riservata.