BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

IPO FERRARI/ Alla Borsa di Wall Street massimo il 10% delle azioni. Quotazione anche a Piazza Affari?

Ipo Ferrari a Wall Street: presentata la domanda per L'Offerta pubblica iniziale alla Borsa di New York. Ancora non si sa se la società di Maranello sarà quotata a Piazza Affari

InfophotoInfophoto

Nuovo passo avanti per la quotazione di Ferrari, dopo che c’era stato lo spin-off dell’azienda di Maranello da Fiat Chrysler Automobiles. Di per sé non c’è quindi nessuna novità particolare: Fca, attraverso la sua controllata olandese New Business Netherlands NV (che diventerà Ferrari NV), ha solamente depositato alla Sec, l’autorità di vigilanza dei mercati Usa, la documentazione per l’Offerta pubblica iniziale, con contestuale domanda di ammissione alla quotazione sul New York Stock Exchange (ovvero Wall Street) delle azioni.

Ovviamente è ancora presto per sapere quale sarà il prezzo di collocamento e il numero esatto di azioni oggetto dell’Ipo, ma, secondo quanto aveva dichiarato Sergio Marchionne, si sa che a finire sul mercato dovrebbe essere al massimo il 10% delle azioni di Ferrari. Ancora poi non si sa quando l'Ipo vera e propria avrà luogo.

Va poi detto che se da un lato Ferrari continuerà ad avere la residenza fiscale in Italia, e quindi a pagare le tasse nel nostro Paese, ancora non si sa se le azioni saranno quotate o meno anche a Piazza Affari.

© Riproduzione Riservata.