BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

SPY FINANZA/ Il “terremoto” che può partire dalla Fed

Janet Yellen (Infophoto)Janet Yellen (Infophoto)

Parliamo di un’estensione economica doppia dell’India e che oltretutto sta già patendo il rallentamento dell’economia cinese e il calo del suo mercato azionario: di più, l’America Latina è il nuovo campo di battaglia commerciale tra Stati Uniti e Cina. Quest’ultima è infatti il primo partner commerciale per molti Paesi dell’area, ma nei mesi recenti gli Usa hanno rinforzato la loro presenza, ora però la situazione sta peggiorando: sempre Eugenio Aleman fa notare che «il Brasile è in una brutta situazione, l’Argentina non sta molto meglio, il Cile ha rallentato e il Perù ancora di più». C’è poi la peggior economia al mondo, ovvero il Venezuela con la sua inflazione alle stelle e lì accanto la Colombia, il peggior mercato azionario al mondo quest’anno, giù del 13% nei primi sette mesi, con il Perù al secondo posto a -12,5%.

Per Neil Shearing, capo economista per i mercati emergenti alla Capital Economics, «un netto ribasso in Cina rimane il rischio esterno chiave per l’America Latina» e il grafico qui sotto, ci mostra la situazione. Inoltre, nella scorsa decade l’intera regione aveva vissuto un boom proprio grazie al super-ciclo delle commodities come acciaio, rame e generi alimentari, mentre ora i prezzi sono ai minimi e quindi anche le entrate a loro connessi tramite l’export e la Cina sta rallentando, quindi non è più il player onnivoro di prima.

Infine, la valuta. La moneta colombiana ha già perso il 13% di valore sul dollaro quest’anno, il real brasiliano il 21% e anche il peso messicano continua a calare: un guaio per i consumi, limitati dal costo in aumento dell’export e per le aziende indebitate in dollari. Insomma, un dedalo inestricabile e ultra-connesso. Si parte dall’oro ma tutto quanto è unito da un filo unico. Se la Fed alza davvero i tassi, saranno guai serissimi.

 

© Riproduzione Riservata.