BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA E POLITICA/ La "minaccia" Usa per l'Italia di Renzi

Janet Yellen (Infophoto)Janet Yellen (Infophoto)

In materia, la Banca centrale europea (sempre che in questi giorni vacanzieri si riesca a trovare qualcuno nelle Torri di Francoforte) tace. O meglio afferma che chi vivrà, vedrà. Certamente il servizio studi della Bce ha prodotto simulazioni quantitative da condividere con le altre banche centrali dell’eurozona e, perché no, con i Governi alle prese già ora con le politiche di bilancio.

Infatti, un aumento - non tanto eventuale - dei tassi Usa porrebbe seri problemi all’Eurozona. Se resta immobile, la fuga di capitale può mettere a rischio quei sintomi di possibile ripresa che si cominciano ad avvertire, specialmente in quei paesi che stoltamente stanno progettando una maxi-patrimoniale (soprattutto sull’edilizia) mascherata da “ritocco tecnico” all’imposta di successione. E che fine faranno il Quantitative easing e le Outright monetary transactions?

Non sono domande ferragostane, ma meritano una risposta. Chi si ferma è perduto. Ammoniva un vecchio film di Sergio Corbucci con Totò, Aroldo Tieri, Peppino De Filippo, Albero Lionello e Lia Zoppelli.

© Riproduzione Riservata.