BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ I "giochini" delle banche d'affari sull'oro

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Al netto di un ratio di consegna fisica di solo il 5% dei volumi trattati, il Comex infatti due giorni dopo la pubblicazione di quel dato shock era di nuovo salva, come ci mostra l'ultimo grafico: in una sola notte, l'oro "eligible" è salito del 78%, passando da 362mila once a 643mila, di conseguenza portando l'oro disponibile per consegna fuori dalle secche dei minimi storici! Miracolo, in America oltre a stampare banconote, riescono anche a moltiplicare l'oro! No, quel dato non è frutto di nuovo oro nei caveau del Comex, bensi del fatto che JP Morgan ha riclassificato 276mila once di oro da "eligible" a "registered"! Insomma, l'ennesima partita di giro, l'ennesimo giochino delle banche d'affari ma la dinamica è chiara: il mondo reale, quello che compra oro fisico sa che le prospettive macro sono già oggi tali da giustificare un'esplosione del prezzo e la finanza può solo continuare con i suoi giochini cercando di sopprimerlo artificialmente con giochi delle tre carte come quello che vi ho appena fatto notare. 

Non ci credete? L'indice della Cnn non vi basta e credete fortemente al Vix ai minimi storici? Bene, primo sappiate che i futures del Vix sono ampiamente manipolabili al ribasso, come tutti gli altri d'altronde e che attraverso il suo programma per le Banche centrali, il Cme non solo consente a queste ultime di comprare futures, ovvero di operare direttamente sul mercato, ma garantisce loro anche uno sconto sulle commissioni! Secondo, sempre lunedì lo Shanghai Composite ha chiuso le contrattazioni a +4,93%: cos'era successo nel fine settimana per giustificare un balzo simile? Durante il weekend in Cina erano stati diffusi i dati sull'export, in calo dell'8,3% rispetto a luglio dello scorso anno e sui prezzi alla produzione, in flessione del 5,4%, ai minimi da sei anni: insomma, l'economia cinese, l'unico driver degli ultimi anni, sta grippando, come ci dimostrano anche i prezzi delle commodities e come vi dicevo a inizio articolo. 

Insomma, come a Wall Street, si festeggiano i brutti dati perché significano giocoforza altro stimolo statale all'economia, altro metadone per gli indici. E ieri si è cominciato con la svalutazione shock. Ecco perché, forse, l'oro è salito già da lunedì: attenzione alle sue dinamiche, a volte parlano molto più di quanto sembri davvero. 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.