BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPY FINANZA/ Grecia, la crisi è già "tornata"

Attraverso diversi numeri relativi alla situazione economica, MAURO BOTTARELLI ci spiega come non ci sia da fidarsi del rialzo del Pil greco: Atene è già tornata in depressione

Infophoto Infophoto

La scorsa settimana ho cercato di dimostrarvi che il dato di crescita della Grecia nel secondo trimestre di quest'anno, +0,8%, era da addebitarsi unicamente a deflazione e spese anomale in anticipo sui controlli sui capitali. Oggi mi spingo un po' oltre e cerco di dimostrare che al netto del nuovo pacchetto di aiuti, non solo non cambierà nulla, ma, anzi, la Grecia già oggi è in depressione. Il primo concetto è semplice, ne abbiamo parlato mille volte e lascio che sia il primo grafico a fondo pagina a esplicitarlo per l'ennesima volta: sono solo soldi buttati, ovvero l'illusione di un aiuto che andrà a incidere sull'economia reale del Paese per meno del 5% del totale, il resto sono partite di giro sulle scadenze e garanzie per non far fallire le banche del Paese. 

Dopodomani il primo banco di prova, con la scadenza da 3,5 miliardi di euro nei confronti della Bce da rimborsare a ogni costo, onde evitare il default selettivo: tranquilli, casualmente i primi 26 miliardi degli 86 totali del terzo salvataggio, sono già arrivati. Quindi, sono in realtà già oggi 22,5, senza che il governo ellenico abbia ancora fatto nulla. Ma veniamo al secondo punto, ovvero al reale stato di salute dell'economia greca. Insomma, al netto delle proiezioni del Fmi che volevano il Pil greco al +2,8% quest'anno - cosa fumino a Washington non è dato a sapersi -, come si misura l'animal spirit della Grecia? 

Cosa sia l'animal spirit è presto detto, è la celebre definizione di Keynes per indicare le diverse e imprevedibili motivazioni che spingono gli imprenditori a investire, ovvero un misuratore della crescita in tendenziale. Molti economisti ritengono che il migliore misuratore sia il Pil nominale, ovvero la produzione economica (Pil reale) a cui si somma l'inflazione. Di converso, se abbiamo il Pil nominale, sottraendo l'inflazione abbiamo il Pil reale. E cosa succede, però, se una nazione non ha inflazione ma deflazione, come è il caso attuale di Atene? Fin dalle scuole, tutti hanno un po' timore nell'addizionare o sottrarre da un numero negativo: di fatto la formula sarebbe Pil nominale=Pil reale+ (-deflazione) o Pil nominale - (-deflazione)=Pil reale. Ma siccome più e meno uguale meno e meno e meno uguale più, questa logica è quella che ha caratterizzato le misurazioni per l'economia giapponese per anni e anni e ora funziona anche per la Grecia. Partendo dal +0,8% di crescita del secondo trimestre, se togliamo la deflazione, abbiamo il cosiddetto "animal spirit" della nazione. E vi assicuro, non è un bel vedere, come ci mostra il secondo grafico. 

L'attuale tasso del Pil reale ellenico è +1,4%, peccato che il deflattore sia -1,5%, quindi la somma dell'animal spirit è -0,1%. Questa ratio matematica pura non include, però, il recente tonfo dell'economia greca e potrebbe essere stata portata così in alto proprio da quell'aumento dei consumi una tantum di cui parlavo prima, ovvero compro adesso visto che entro pochi giorni non potrò ritirare soldi dai bancomat o allo sportello. Il grafico, poi, ci mostra un prolungato periodo di Pil nominale negativo e questo è l'importante, ovvero la profondità del calo dell'animal spirit nominale: la Grecia non è il Giappone, è peggio. Nel movimento medio a 48 mesi dell'animal spirit è passata da un ottimistico +7% a -3%, uno scostamento di 10 punti percentuali dell'animal spirit, ovvero un'unica conseguenza: depressione conclamata dell'economia.



COMMENTI
19/08/2015 - Chi gode di "buona salute" ? (Sarno Raffaele)

Buongiorno Mauro, complimenti per l'accuratezza e la profondità dei contenuti. Mi viene spontanea una domanda nello sfacelo che ci circonda. Di questi tempi, si potrebbe individuare e come, un paese (europeo e non) che si possa definire/considerare in salute, dove per 'salute' si potrebbe intendere "capace di offrire stabilità e sicurezza per i prossimi 5 anni" ? Grazie