BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BANCHE/ Fiordi (Abi): "Popolari Spa, tetto di voto al 5% per aiutarle a crescere"

Miro Fiordi (Infophoto) Miro Fiordi (Infophoto)

Il segnale è stato indubbiamente forte, ma non lo considero in contraddizione con il cambio epocale di scenario. Quello che conta è che una banca funzioni, che sia una buona banca, che serva bene la sua clientela sul suo mercato: la governance è importante, ma è uno strumento. La trasformazione in Spa non minaccia di per sé una buona Popolare. E restare cooperativa non è garanzia di stabilità e sviluppo per una banca di territorio media o grande. Ma la categoria ha compreso lo spirito della riforma.

 

Molti - dentro e fuori il mondo del credito popolare - paventano ancora i rischi di scalate ostili alle nuove Popolari Spa...

Sta emergendo come ipotesi credibile l'introduzione del limite di voto al 5%: periodo che potrebbe essere più esteso di 24 mesi immaginati. Ovviamente la soluzione sarà il risultato del confronto con governo e organi di vigilanza, ma credo di poter confermare che la cornice del confronto è buona, costruttiva.  Le Popolari hanno imboccato la via della riforma con la stessa serietà con cui hanno via via adottato le nuove "guidelines" di vigilanza. È legittimo che chiedano il tempo necessario e sufficiente per poter approdare a nuovi condizioni di competitività.

 

(Antonio Quaglio) 

© Riproduzione Riservata.