BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ABOLIZIONE TASI E IMU/ Due "dubbi" (e un "aiutino") sul piano di Renzi

Pubblicazione:giovedì 27 agosto 2015

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

Si è parlato anche di soluzioni alternative, ma l’importante è che le tasse siano ridotte. Il taglio del cuneo fiscale, con la riduzione dei contributi sociali in modo permanente corrisponderebbe a minori prestazioni in termini pensionistici. La riduzione delle imposte sul lavoro avrebbe quindi questa contropartita che non è stata sottolineata a sufficienza. Si può discutere su quale sia l’imposta migliore da tagliare, ma l’importante è ridurre l’imposizione complessiva. Il rischio è però che questa riduzione di imposte fissata a livello centrale si trasformi in un aumento di imposte a livello locale.

 

Anziché aumentare le aliquote dei Comuni, è possibile compensare l’abolizione di Tasi e Imu con un taglio della spesa?

Il problema è che negli ultimi mesi si è persa un po’ traccia della spending review. Se c’è un capitolo che non viene mai toccato è la duplicazione delle decisioni in materia di spesa tra governo centrale, Regioni e Comuni. I veri risparmi verrebbero da una radicale riforma del funzionamento delle Regioni.

 

In che modo potrebbe essere attuata questa riforma?

Si potrebbe pensare o all’abolizione delle Regioni a Statuto speciale o alla diminuzione del numero di livelli. Il decentramento attraverso le Regioni è operativo dal 1970, e ha generato organismi autonomi in materia di spesa ma non per quanto riguarda la raccolta delle entrate fiscali. Ciò ha creato una serie di problemi e di sprechi soprattutto per quanto riguarda la sanità.

 

Come si può intervenire su questi sprechi?

Per risolverli si potrebbero creare sette macroregioni che sostituiscano le attuali 20 Regioni, in modo da creare maggiore competizione tra quelle più virtuose e quelle meno. Le macroregioni potrebbero essere le seguenti: Nord-Ovest, Nord Est, Emilia-Romagna e Toscana, Centro, Sud Peninsulare, Sicilia, Sardegna.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.