BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a +6,47%. L'Unc contesta i dati Abi su prestiti e mutui

Pubblicazione:giovedì 27 agosto 2015 - Ultimo aggiornamento:giovedì 27 agosto 2015, 17.32

Infophoto Infophoto

MPS NEWS Piazza Affari termina la giornata con un +3,39% e Mps sale del 6,47%, scavalcando quota 1,87 euro ad azione. L'Unione nazionale consumatori contesta i dati Abi su finanziamenti a imprese e mutui alle famiglie, ritenendoli non compatibili con quelli della Banca d'Italia. Per il segretario dell'Unc, Massimiliano Dona, forse l'Abi considera tra i mutui anche le surroghe, che sono semplici spostamenti da una banca a un'altra. La realtà, spiega Dona, è che imprese e consumatori continuano a chiedere prestiti alle banche senza ottenerli.

MPS NEWS Prosegue la marcia positiva di Piazza Affari e Mps porta il suo rialzo a +3,8%, salendo sopra quota 1,83 euro. L'Abi ha intanto reso noto che nei primi sette mesi dell'anno i finanziamenti alle imprese sono saliti del 16% rispetto allo stesso periodo del 2014. Impressionante l'aumento dei mutui concessi alle famiglie pari all'82,2%.

MPS NEWS Piazza Affari si muove in rialzo e Mps sale dell'1,9%, a un passo dagli 1,8 euro ad azione. Secondo Milano Finanza, venerdì il cda della Banca Popolare di Vicenza esaminerà una revisione del piano industriale, vista l’esigenza di varare un aumento di capitale, con la quotazione a Piazza Affari e la trasformazione in Spa.



© Riproduzione Riservata.