BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

ABOLIZIONE TASI E IMU/ Merkel e Padoan "ostacolano" Renzi

Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan (Infophoto)Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan (Infophoto)

Il punto è che lo scenario non è particolarmente favorevole,e dobbiamo aspettarci un calo del contributo delle esportazioni al Pil italiano. La crescita del mercato interno in questo momento è ancora negativa. L’export d’altra parte potrebbe risentire per le difficoltà del mercato globale. Però c’è un problema…

 

Quale?

La riduzione delle tasse, per essere efficace, deve essere strutturale. La flessibilità sul deficit può aiutare, ma solo fino a un certo punto. Renzi e Padoan dovranno quindi trovare un accordo su come rendere permanente la promessa del governo. Alla fine potrebbe verificarsi una riduzione delle tasse da un lato e un loro aumento dall’altra, ma se ciò avvenisse Renzi si esporrebbe a una sensazione di fallimento del suo progetto, e non credo che accetterà questa eventualità. Mi aspetto quindi un braccio di ferro tra premier e ministro dell’Economia.

 

Chi vincerà?

Alla fine troveranno un compromesso. Padoan così potrà affermare di avere mantenuto il rigore in Italia e Renzi potrà vantarsi di avere abbassato le tasse. Gli effetti sul rilancio dell’economia in parte ci saranno, anche se non saranno così marcati. Ma dal momento che per l’Italia il punto di partenza è una rigidità totale, sarà comunque un passo in avanti.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
28/08/2015 - Con Renzi sicuramente niente buone nuove (Carlo Cerofolini)

Illusione è sperare che le tasse vengano abbassate da Renzi & C. se non a debito, che comunque pagheremo molto salato e con ulteriore cessione di sovranità, perché le sinistre e Renzi - che comunque proviene e appartiene a quel mondo – sono fatte così.