BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITALIA -1%/ Renzi sotto attacco di Asia, Germania e Brasile

Pubblicazione:sabato 29 agosto 2015

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

No, al contrario questi dati ci dovrebbero indurre alla prudenza per quanto riguarda il debito pubblico. Se non aumenta il Pil, il rapporto debito/Pil rischia infatti di aumentare ulteriormente. Ecco perché la legge di stabilità andrà fatta con l’obiettivo di un rapporto deficit/Pil del 2%, e non del 2,5% come pensava Renzi.

 

Il taglio del cuneo fiscale, ipotizzato dal governo, può aiutare le imprese?

Anche in questo caso non sono d’accordo. Anzi il taglio del cuneo fiscale è uno degli elementi in base a cui ritengo che la politica del lavoro di questo governo abbia generato una decrescita del Pil. Il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti è sostenuto dagli incentivi. La novità che comporta questo contratto rispetto alla situazione precedente è effimera e limitata.

 

Per quali motivi?

Se un’impresa volesse licenziare i lavoratori mentre sta godendo di questi benefici, la conseguenza sarebbe una grande ondata di proteste. Le rigidità del contratto di lavoro si combattono del resto estendendo i contratti flessibili, e non già creando un nuovo tipo di contratto semi-rigido.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
29/08/2015 - Le cure t(r)aumturgiche di Renzi (Carlo Cerofolini)

Stiamo con i piedi per terra, dice quindi niente il fatto che se non ci fosse il Qe della Bce, il costo del petrolio ai minimi e il deprezzamento dell’euro, grazie alle t(r)aumaturgiche – nel senso che creano traumi - cure di Renzi, il nostro Pil sarebbe negativo dell’1% almeno, mentre così non è per Francia, Germania e Spagna?

 
29/08/2015 - Il PD non più invotabile e lo spettacolo blasfemo (fabio sansonna)

Dal Gazzettino di Vicenza -Bassano del 29 agosto : "Diventa un caso politico lo spettacolo che l’attrice e regista spagnola Angélica Liddell, già Leone d’argento nel 2013 alla Biennale Teatro, porterà in scena a Vicenza. Del suo spettacolo "Prima lettera di San Paolo ai Corinzi", che aprirà il 18 settembre la rassegna di classici al teatro Olimpico, già si denunciano scene "scabrose". È stata la stessa artista, in una intervista, a rivelare alcuni dettagli, tra cui l’uso di sangue vero prelevato da un attore e il racconto di una masturbazione con un crocefisso. «Se parlo di masturbazione - ha spiegato - lo faccio dal punto di vista della fede. Mi masturbavo col crocefisso perché il mio corpo reagiva alla bellezza di un uomo crocifisso e santo, irraggiungibile. Volevo amare il Re dei Re». Uno dei primi a insorgere è stato il segretario della Lega, Matteo Salvini, con un post sulla sua pagina Facebook: «Per qualcuno sarà "arte", a me pare una enorme schifezza». «A essere scandalosa è la censura preventiva, politicamente strumentale, pretesa da Salvini e dai suoi epigoni», ha tuonato il vicesindaco di Vicenza Jacopo Bulgarini d’Elci. E con lui si è schierata la capogruppo del PD in consiglio regionale del Veneto, Alessandra Moretti. Il PD non è più invotabile?

 
29/08/2015 - professore vai in pensione (RUGGIERO DAMBRA)

mi ripeto ancora dare ascolto a questo signore non migliorate di certo i vostri commenti dell sussidiario questo signore prima di commentare certe cose deve solo pensare a quello che a fatto lui quand'era ministro? vai in pensione signor FORTE? il brasile va male per le ruberie fatte al colosso mondiale petrolifero PETROBAS LA RESPONSABILITA DI QUESTO E TUTTO DELLA PRESIDENTA DELLA REPUBLICA DILMA?