BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ISTAT/ Video, crescono Pil e occupazione. Squinzi: non è merito nostro (oggi 1 settembre 2015)

I dati Istat per il secondo trimestre dicono che il Pil italiano è tornato a crescere e con lui riparte l'economia: cresce dello 0,3% su base trimestrale mentre la stima per l'anno è di 0,7%

Infophoto Infophoto

ISTAT, CRESCONO PIL E OCCUPAZIONE. SQUINZI: NON E' MERITO NOSTRO (OGGI 1 SETTEMBRE 2015) - La crescita dello 0,3% del Pil non basta e non è neanche merito del nostro Paese. Lo ha detto il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, commentando i dati diffusi oggi dall’Istat durante un dibattito andato in scena in occasione dell'inaugurazione del Micam. Il merito di questa crescita "non è nostro – ha spiegato il leader degli industriali - ma è dovuto solo al dimezzamento del prezzo del petrolio, al rafforzamento del dollaro e al Quantative Easing”. Secondo Squinzi "noi non abbiamo fatto le pulizie interne", quindi "bisogna fare le riforme per fare ripartire il paese in modo forte, come merita". I dati diffusi dall’Istat "sono sicuramente positivi, che vanno nella direzione giusta”, ma la speranza è che “ci sia una conferma nei mesi successivi, perché abbiamo visto finora che un mese positivo e un altro è negativo", ha concluso Squinzi.

ISTAT, CRESCONO PIL E OCCUPAZIONE. RENZI: LE RIFORME SERVONO, VIDEO (OGGI 1 SETTEMBRE 2015) - I dati forniti da Istat in questo primo settembre parlano del rialzo del Pil e dell'aumento dell'occupazione in Italia e il Presidente del Consiglio Matteo Renzi commenta subito positivo in un video. Dopo tanti mesi questi numeri iniziano ad essere importanti per un'economia che tra mille difficoltà sembra in lenta ma costante risalita, questo il senso del breve intervento di Renzi in un suo tweet pubblicato pochi minuti fa. Nel testo il Presidente del Consiglio afferma che: "Cresce il pil, crescono gli occupati, meno disoccupazione. Le riforme servono, #italiariparte #lavoltabuona". Soddisfatto il premier che in un video collegato e postato su Youtube commenta il tornare a crescere dell'Italia con una metafora ciclistica: l'Italia negli ultimi anni è come se avesse forato ed è caduta e il gruppo delle europee ci ha sopravanzato; ora però siamo tornati in gruppo anche se non siamo quelli che crescono di più, ancora. Ma almeno, commenta infine Renzi, «possiamo dire di essere tornati a crescere: ora vogliamo la Maglia Rosa in UE». Clicca qui per vedere il video-commento di Matteo Renzi

ISTAT, PIL IN RIALZO NEL SECONDO TRIMESTRE, TORNA A CRESCERE L'ECONOMIA (OGGI 1 SETTEMBRE 2015) - Sono usciti i dati Istat riferiti al Pil italiano nel secondo trimestre 2015 e ci sono delle novità positive: il Prodotto Interno Lordo in Italia in questo trimestre sale dello 0,3% in termini congiunturali, rivisto da un +0,2% della precedente lettura ed è anche rivisto di un punto percentuale (+0,4%) il dato del primo trimestre che quindi era stato sottostimato. L'economia, seppur di pochissimo, continua la sua lenta ma convinta risalita e il dato suggerisce il più alto rialzo da 4 anni a questa parte. Scrive Istat che rispetto al trimestre precedente, i principali aggregati della domanda interna «hanno mostrato andamenti dissimili, con consumi finali nazionali in aumento dello 0,3%; il valore dell'industria è rimasto stazionario, mentre crescono i servizi». Ulteriore buona notizia è la stima sul dato annuo sempre del Pil italiano ed Istat mostra come il numero comincia finalmente ad avvicinarsi alla quota non più solo decimale: siamo sul +0,7% su base annua, e ricordiamo come solo nel 2014 i dati del Governo dicevano di un -0,4%. Insomma dei miglioramenti ci sono e la speranza è ovviamente che continuino e non più degli ormai famosi "zerovirgola".