BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BANCA POPOLARE DI VICENZA/ Indagato il presidente Zonin: aggiotaggio e ostacolo alla vigilianza

Sono sotto inchiesta il presidente e l'ex direttore generale della Banca popolare di Vicenza, in corso perquisizioni nella sede e in altri uffici della penisola

Immagine di archivioImmagine di archivio

La guardia di finanza si è recata stamane nella sede della Banca popolare di Vicenza, aprendo una inchiesta che riguarda i vertici dell'istituto bancario, in particolare nei confronti del presidente Giovanni Zonin e dell'ex direttore generale Samuele Sorato. Le accuse riguardano aggiotaggio e ostacolo alle funzioni dell'autorità di vigilanza. Oltre alla sede sono state perquisiti anche gli uffici di Milano, Roma e Palermo. A far scattare le indagini sarebbero diverse denunce da parte di correntisti dell'istituto di credito. Proprio ieri la banca aveva dato l'ok a un aumento del capitale pari a 1,5 miliardi di euro, per quello che è definito "un importante passo avanti nella realizzazione del piano di rilancio con il completamento del consorzio di collocamento". 

© Riproduzione Riservata.