BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

I NUMERI/ Ripresa, il "successo a metà" di Renzi

Pubblicazione:venerdì 25 settembre 2015

Infophoto Infophoto

Da entrambi i fattori. L’intera Ue è sospinta da condizioni esogene favorevoli quali quantitative easing e abbassamento del prezzo del petrolio, che sono tutti certamente elementi molto positivi. A influire sulla crescita sono certamente anche le riforme che sta attuando l’Italia. C’è del resto da chiedersi, dopo tutto ciò che si è scritto sulle agenzie di rating, quanto questi giudizi siano ancora attendibili. Ormai le valutazioni delle agenzie di rating sono più distorsive che interpretative del mercato.

 

Per S&P il confronto tra Italia e Spagna è sfavorevole al nostro Paese. E’ anche questo un giudizio distorsivo?

Si tratta di capire in che senso questo confronto è sfavorevole all’Italia. Il nostro Paese non è sotto memorandum da parte dell’Europa, mentre altri Paesi tra cui la Spagna sì. Ciò significa che noi non abbiamo ricevuto prestiti dall’Europa, ma che siamo dei contributori netti. Paesi come la Spagna sono agevolati anche dal fatto di avere avuto delle ristrutturazioni del loro sistema bancario grazie a prestiti dell’Ue. Al contrario dell’Italia che all’Europa non deve nulla.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.