BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

TASSE/ La legge "a doppio taglio" su detrazioni e deduzioni fiscali

FotoliaFotolia

Le resistenze sono comprensibili, visto che il peso complessivo dei bonus fiscali sul bilancio statale supererebbe i 161 miliardi, secondo dati riferiti da Il Sole 24 Ore. L'attuale proposta di legge vuole rendere annuale e programmatico rapporti simili a quelli elaborati nel 2011, funzionali alle decisioni in materia di politica tributaria, tutelando in via prioritaria i redditi da lavoro (dipendente e autonomo), i redditi di imprese minori, di pensione, la famiglia, la salute, le persone economicamente e socialmente svantaggiate, il patrimonio artistico e culturale, la ricerca, l'istruzione, l'ambiente e l'innovazione tecnologica.

Al di là dei vari tentativi andati a vuoto, l'idea, a mio avviso, va nella direzione giusta: sapere quanto e come si spende per spendere meglio, eliminando, ridimensionando o modificando le spese non più utili o obsolete alla luce dello sviluppo del contesto economico-sociale, diminuendo così la pressione fiscale complessiva.

Naturalmente, anche le buone idee sono suscettibili di pessime realizzazioni, cosa che accadrebbe certamente se, nell'ansia di "fare cassa" per tappare buchi o evitare l'entrata in vigore di pregresse clausole di salvaguardia (come l'imminente aumento dell'Iva dal 2016) si ritornasse alla politica dei tagli lineari, che agiscono alla cieca sulla spesa fiscale, creando solo disagio. Ma non facciamo i gufi e speriamo che sia davvero la volta buona.

© Riproduzione Riservata.