BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CARTA DI MILANO/ Acri sottoscrive il documento aderendo agli obiettivi di Expo 2015

Pubblicazione:

Giuseppe Guzzetti, Presidente di Acri - Fondazioni di origine bancaria  Giuseppe Guzzetti, Presidente di Acri - Fondazioni di origine bancaria

Le Fondazioni di origina bancaria riunite nella sigla Acri, hanno sottoscritto oggi tramite il suo presidente Giuseppe Guzzetti, La Carta di Milano e anche il Protocollo di Milano: i due progetti, lanciati rispettivamente dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e dalla Barilla Center for Food & Nutrition Foundation, rappresentano i principi cardine e gli obiettivi delle iniziative promosse in occasione di Expo 2015. Acri dunque approva e sostiene tutti quei progetti che cercano di sconfiggere la denutrizione e la malnutrizione, senza al contempo perdere di vista la salvaguardia dell'ambiente. Le fondazioni bancarie hanno poi espresso piena adesione e sostegno al Milan Urban Food Policy Pact, portato avanti dal Comune di Milano. Per l'occasione si è svolto un incontro alla Cascina Triulza, presso Expo, sull'impegno delle Fondazioni riguardo al tema "Nutrire il Pianeta". All'incontro, oltre a Giuseppe Guzzetti, presidente dell'Acri e di Fondazione Cariplo, hanno partecipato il presidente di Fondazione Triulza Sergio Silvotti, il vicepresidente di Barilla Center for Food & Nutrition Foundation Luca Virginio, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Maurizio Martina, trattenuto da un improvviso impegno istituzionale, ha, invece, inviato un suo messaggio ai partecipanti. «Gli impegni che ci assumiamo oggi aderendo a Carta e Protocollo sono da sempre sottesi a molte scelte delle nostre Fondazioni, alla loro identità e alla loro cultura, e compaiono al centro di parecchi loro interventi. Innanzitutto ci sono quelli rivolti al mondo della scuola, dove portiamo avanti da anni tante iniziative di educazione ambientale e alimentare, con laboratori didattici extracurricolari per insegnare ai ragazzi a salvaguardare le risorse, a riciclare e a nutrirsi bene. Poi c'è l'impegno per contrastare la fame nelle nostre città, perché combattere la fame nel mondo è un percorso che inizia da casa nostra», questo in sintesi il lungo intervento di Guzzetti che poi ci ha tenuto a ribadire che ci sono molto progetti delle Fondazioni a riguardo fra tutti anche due realizzati insieme da più Fondazioni con il coordinamento dell'Acri: Ager e Fondazioni for Africa Burkina Faso. Secondo l'ex governatore della Lombardia, concludendo il suo intervento, avverte del pericolo che gli ineludibili processi di globalizzazione rischiano di provocare, se non adeguatamente governati, con conseguenze negative a livello locale. Il ruolo delle Fondazioni è invece quello di stimolare e accompagnare la crescita dei territori, favorendone uno "sviluppo sostenibile".



  PAG. SUCC. >