BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Le "bombe" sui mercati dimenticate da tutti

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

In questo quadro, il Ministro Padoan è passato al Meeting di Rimini a raccontare la sua favoletta che la ripresa è possibile e sui tagli delle tasse ci stanno lavorando (“tenendo conto degli equilibri di bilancio”, cioè anche questa volta non faranno nulla). E Renzi è andato a raccontare la favoletta dell’Italia che esce dal pantano grazie alle riforme. Usciremo dal pantano, per entrare in trincea. Solo che nessuno ha ancora costruito le trincee. Dobbiamo iniziare a farlo, ma sul serio.

Le nostre trincee devono essere quelle della solidarietà e dell’amicizia. E ripeto quanto ho sempre detto, ripetendo la citazione di MacIntyre, che profeticamente scriveva nel 1980: “Ciò che conta, in questa fase, è la costruzione di forme locali di comunità al cui interno la civiltà e la vita morale e intellettuale possano essere conservate attraverso i nuovi secoli oscuri che già incombono su di noi. E se la tradizione delle virtù è stata in grado di sopravvivere agli orrori dell’ultima età oscura [intende i barbari dopo lo splendore dell’impero romano], non siamo del tutto privi di fondamenti per la speranza. Questa volta, però, i barbari non aspettano al di là delle frontiere: ci hanno governato per parecchio tempo. Ed è la nostra inconsapevolezza di questo fatto a costituire parte delle nostre difficoltà. Stiamo aspettando: non Godot, ma un altro San Benedetto, senza dubbio molto diverso”.

San Benedetto, quello del motto “ora et labora”. Ecco, ora è il tempo soprattutto dell’”ora”. Occorre davvero pregare, come ha sempre raccomandato la Madonna a Medjugorje. Ma non solo a Medjugorje.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.