BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ La Cina allunga le sue "ombre" sui mercati in bilico

Pubblicazione:

Mario Draghi (Infophoto)  Mario Draghi (Infophoto)

Ma veniamo ora la dato macro di cui vi parlavo all'inizio, quello che è divenuto il catalizzatore dei guadagni delle piazze del Vecchio Continente ieri, nonostante le criticità dei mercati asiatici sotto la copertura dei dati ufficiali. Stando alla lettura di Eurostat, il Pil dell'Europa a diciannove, nella seconda lettura preliminare, ha registrato un +0,4% trimestre su trimestre, in aumento rispetto alle ultime stime (+0,3% trimestre su trimestre). Stessa crescita anche per il pil Ue, +0,4%, in calo però rispetto ai valori del trimestre precedente (+0,5%). Insomma, scoppiamo di salute! Di più, il Pil dell'Eurozona del secondo trimestre è stato rivisto al rialzo anche su base tendenziale a +1,5% da +1,2% e il dato risulta superiore al consenso degli economisti (+0,3% trimestre su trimestre e +1,2% anno su anno). Inoltre, è stato rivisto al rialzo anche il Pil dei primi tre mesi dell'anno da +0,4% trimestre su trimestre a +0,5% e da +1% a +1,2% anno su anno.

La Germania si conferma formalmente la locomotiva d'Europa, visto che l'istituto di statistica europeo vede il Pil della Germania a +0,4% nel secondo trimestre, in aumento rispetto al primo (+0,3%): con i 6 miliardi di extra-budget legati all'emergenza profughi, vedrete poi che botto... Crolla, invece, la Francia, con una crescita zero (0%) tra aprile e giugno, ben al di sotto del +0,7% fatto segnare tra gennaio e marzo. E l'Italia? Il Pil del Belpaese nel secondo trimestre dell'anno ha mostrato un +0,3%, in flessione rispetto al primo trimestre, quando aveva registrato un +0,4%. Migliora, infine, il Pil della Grecia: passa dal +0,1% del primo trimestre al +0,9% del secondo trimestre. E qui, scusate ma c'è da dire una cosa. Perché, nonostante tutto, proprio in Grecia ci sono ancora 439mila minori in stato di povertà, il 20,1% delle famiglie elleniche non ha reddito sufficiente per vivere e il tasso di mortalità infantile sfiora il 30%. Com'è che però oggi i tedeschi sono buoni e l'avanguardia dell'Europa più bella, mentre solo un mese fa erano degli egoisti, prepotenti che affamavano Atene? Guardate che la Grecia sta ancora male, forse peggio e i tedeschi sono sempre gli stessi: non è che a furia di guardare foto e telegiornali da pensiero unico, vi state facendo guidare un po' troppo dall'emozione nei vostri giudizi? Parentesi chiusa.

E cosa ne pensano gli esperti? “E' una buona lettura, grazie in particolare al contributo positivo della bilancia commerciale e dei consumi delle famiglie”, ha sottolineato uno strategist all'agenzia MF-Dowjones, facendo però notare che “l'impatto sui mercati è stato minimo. Sicuramente questi dati permetteranno alle borse europee di mantenere i guadagni in attesa della riapertura di Wall Street ma la revisione al rialzo dei numeri, sebbene positiva, è contenuta. I problemi della Bce non sono certo svaniti”. Questi dati positivi non riducono, infatti, il bisogno di nuovi stimoli di politica monetaria da parte dell'Eurotower per sostenere la debole ripresa dell'Eurozona, anche perché i numeri odierni sono antecedenti al deterioramento dell'outlook per via di fattori esterni come il rallentamento della Cina e non incorporano il recente apprezzamento dell'euro. Pertanto, gli esperti di Capital Economics si aspettano che la Bce aumenti l'ammontare mensile degli acquisti del QE a ottobre o a dicembre.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
09/09/2015 - prefissi delle unità di misura (CARLO CAZZANELLI)

forse sbaglio, ma mi pare che in questo articolo sia usato non correttamente il multiplo dei dollari col termine "triliardi": triliardi = 10 alla 21, mentre in questo contesto forse si voleva dire "tera" dollari, cioè 10 alla 12, detto anche bilioni di dollari. Se non erro i multipli del sistema internazionale di misure sono 10alla21 zetta Z Triliardo 10alla18 exa E Trilione 10alla15 peta P Biliardo 10alla12 tera T Bilione 10alla9 giga G Miliardo 10alla6 mega M Milione 10alla3 kilo k Migliaio Per favore, correggetemi se erro. Ciao. Carlo