BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Borsa italiana/ Ultime notizie live: Ftse Mib chiude a -1,67%. Fca crolla a -7,94%, Exor a -7,36%

Borsa italiana news, le ultime notizie live da Piazza Affari con l'andamento delle principali azioni del Ftse Mib e uno sguardo anche alle altre piazze europee e a Wall Street

Infophoto Infophoto

BORSA ITALIANA NEWS (aggiornamento delle ore 17:35) Il lieve rialzo di Wall Street, insieme al recupero del petrolio, porta Piazza Affari a limare le perdite e a chiudere a -1,67%. La giornata di Fca termina a -7,94%, mentre quella di Exor a -7,36%. Male anche Ferrari (-4,62%), così come Finmeccanica (-4,49%). Oltre a Eni (+1,4%) e Saipem (+0,07%), chiudono in rialzo Mps (+1,8%), Bpm (+1,12%) e Bper (+1,72%). Fuori dal listino principale Rcs sale del 6,14%, mentre Delonghi fa segnare un -6,89%. Il cambio euro/dollaro è stabile sopra quota 1,08, mentre lo spread Btp/Bund è in area 107 punti base. BORSA ITALIANA NEWS (aggiornamento delle ore 14:45) Non è una giornata facile per le borse europee. Non solo ci sono gli strascichi del calo di Wall street di ieri e degli attentati in Malesia, ma il settore auto pesa molto sui listini, con Piazza Affari che cede l'1,5%, riducendo quindi le perdite. A Milano Fca si trova ora a -6,8%, penalizzata dalla voci di "trucchi" sai dati delle vendite negli Usa. Ribasso a doppia cifra invece per Renault, per rumors sulle emissioni inquinanti delle sue vetture. Va male anche Daimler a Francoforte. Tornando al Ftse Mib, Exor cede il 4,8%, mentre Finmeccanica il 4,1%. Va male anche Azimut al -3,6%. 

BORSA ITALIANA NEWS (aggiornamento delle ore 12:30) Arranca Piazza Affari a fine mattinata, con il Ftse Mib che cede il 2,4%. Particolarmente pesante il tonfo di Fca, che cede il 9,4%. Pesa la notizia riportata ad Automotive News: due concessionari di Chicago accusano il gruppo automobilistico di "barare" sui dati di vendita mensili. Considerando il forte peso del mercato Usa per Fca ovviamente la notizia ha spinto il titolo al ribasso. Va male ovviamente anche Exor, che perde il 5,4%. Ribassi consistenti anche per Ferragamo (-5), Finmeccanica (-4,5%) e Moncler (-4,2%). Resta in rialzo Bpm, che guadagna l'1,5%. Restando nel comparto automotive, arrivano accuse anche a Renault per frodee nei test di certificazione dei motori e di verifica delle emissioni inquinanti. Il titolo a Parigi cede oltre il 20%.

BORSA ITALIANA NEWS (aggiornamento delle ore 9:30) Dopo il calo di Wall Street di ieri e la caduta  del prezzo del petrolio, Piazza Affari comincia la giornata in calo, con un -1,3% che diventa -1,7% dopo mezzora di contrattazioni. In difficoltà anche le altre piazze europee, con cali superiori all’1%. Sul listino principale di Milano è in rialzo Bpm (+0,6%), il cui futuro sembra essere in una fusione con Banco Popolare (-0,3%) o Ubi Banca (-1,3%), nel primo atto del risiko bancario aperto dal decreto sulle banche popolari dell’anno scorso. Gli altri titoli sono tutti in rosso con un accentuato calo di Exor e Prysmian, entrambe al -3,1%. Fca perde addirittura il 5%. Il cambio euro/dollaro si riavvicina a quota 1,09, mentre lo spread Btp/Bund veleggia intorno ai 106 punti base.

© Riproduzione Riservata.