BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a +1,8%. S&P's: crediti deteriorati al 20% dei prestiti

Pubblicazione:giovedì 14 gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento:giovedì 14 gennaio 2016, 17.36

Infophoto Infophoto

MPS NEWS (aggiornamento delle ore 17:35) Chiude in ribasso Piazza Affari (-1,67%) e Mps chiude a +1,8%, sopra i 96 centesimi ad azione. Mirko Sanna, responsabile istituzioni finanziarie di Standard & Poor's, ha spiegato che i crediti deteriorati in Italia rappresentano il 20% circa dei prestiti: una percentuale che dovrebbe salire nel corso del 2016MPS NEWS (aggiornamento delle ore 14:40) Piazza Affari resta in rosso, ma Mps sale del 2%, superando i 96 centesimi ad azione. A quanto riporta Adnkronos, la Procura di Milano ha chiuse le indagini sulle operazioni realizzate da Montepaschi per l'acquisizione di Antoveneta. In tutto risulterebbero tredici le persone fisiche indagate, a vario titolo, per falso in bilancio, ostacolo a Consob e Bankitalia, aggiottaggio e falso in prospetto. In base alla legge 231 risultano altresì indagate Mps, Deutsche bank e Nomura. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 9:10) Piazza Affari apre in calo e Mps cede lo 0,7%, sopra quota 93 centesimi ad azione. Milano Finanza scrive che ieri le delegazioni di Bpm e Ubi Banca si sono incontrate per esaminare le ultime divergenze circa il piano di fusione. A quanto pare sarebbe la scelta del Presidente il punto su cui le discussioni potrebbero proseguire a oltranza, dato che Massiah dovrebbe essere amministratore delegato del nuovo gruppo e Giuseppe Castagna il direttore generale.



© Riproduzione Riservata.