BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

GEO-FINANZA/ Sapelli: uno "tsunami" cinese può travolgere l'Europa (e l'Italia)

InfophotoInfophoto

Si sta delineando una catastrofe internazionale che ha come suo epicentro la trasmissione su scala mondiale delle terrificanti turbolenze cinesi al mondo intero via europea. Che sarà del trattato transatlantico e di quello transpacifico? Che sarà della leadership internazionale Usa già in scacco in Medio Oriente dinanzi a una Russia anch'essa protesa a trasferire all'estero le sue tensioni?

La storia ritorna: la Germania disvela pulsioni a far da sé dominando e mai convincendo e il Regno Unito insegue un nuovo mito imperiale. Le altre potenze, Francia in primis, non sanno chi imitare, ma per intanto anch'ess

E per pulsioni nazionalistiche destabilizzano l'Occidente (vedi la lotta all'Italia in Libia per ragioni di potenza neocolonialistica dimenticando che il nemico principale è l'Isis).

L'Italia non deve perdere la testa e continuare a prendere l'iniziativa nel Mediterraneo in senso transatlantico e contestando i disegni neo-imperiali tedeschi, pena una definitiva sua marginalizzazione: la difesa degli interessi nazionali è essenziale e costituisce un fattore di equilibrio di potenza. 

Insomma: il terremoto è iniziato e la vecchia talpa scava. Ma non scava la rivoluzione: scava invece un crollo geo-economico quale mai si è visto prima al mondo.

© Riproduzione Riservata.