BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BORSA ITALIANA OGGI/ News: chiusura a +1,63%. Tonfo Saipem a -20,57% (Ultime notizie live, 22 gennaio 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 17:35) Piazza Affari ha chiuso in rialzo dell’1,63%, ma ha vissuto un’ultima parte di seduta davvero particolare. Mps, Carige altri titoli bancari come Ubi Banca, Bper e Banco Popolare, infatti, hanno cominciato a perdere e Montepaschi è stata anche sospesa per eccesso di ribasso, salvo poi chiudere a +2,74%. Probabili le prese di profitto. Dunque sul Ftse Mib risaltano i rialzo di Anima (+6,68%), Banca Mediolanum (+6,53%), Buzzi (+4,56%), Mediaset (+4,74%) e Tod’s (+3,7%). Di contro va segnalato il -20,57% di Saipem, il -5,01% di Banco Popolare e il -4,71% di Ubi Banca. In rosso anche Bper (-1,12%), Italcementi (-0,2%), Unicredit (-0,15%) ed Exor (-0,13%). Fuori dal listino principale, Carige cede il 6,62%. Il cambio euro/dollaro è sempre più vicino a quota 1,08, mentre lo spread è salito sopra 109 punti base. BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 16:00) Il rialzo di Wall Street e delle quotazioni del petrolio fa incrementare i guadagni di Piazza Affari, ora a +2,9%. Sul Ftse Mib Mps guadagna il 9,5%, mentre Anima è arrivata a +8,5%. Alti anche i rialzi di Banca Mediolanum (+6,3%), Buzzi (+6,4%), Mediaset (+5%), Tod’s (+4,9%), Yoox (+4,8%), Ferragamo (+4,2%), Eni (+4,4%) e Telecom Italia (+4,4%). È invece tornata in rosso Saipem, con un -3,4%. In ribasso anche Bper (-0,4%) e Ubi Banca (-1%). Fuori dal listino principale il Banco di Desio sale del 14,6%, mentre Mondo Tv del 13,3%. Il cambio euro/dollaro si avvicina a 1,08, mentre lo spread Btp/Bund risale sopra i 107 punti base.

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 12:15) Dopo oltre tre ore di contrattazioni, Piazza Affari guadagna l’1,9%, restando così sopra i 19.000 punti. Sul Ftse Mib svetta ancora Mps, con un +13,1%. Tutto il comparto bancario guadagna, con l’eccezione di Ubi Banca, che perde l’1,5%. In evidenza Anima (+6,3%), Banca Mediolanum (+3%), Buzzi (+4,2%), Eni (+3,5%), Mediaset (+3,6%), Poste Italiane (+3,3%), Tenaris (+4%) e Tod’s (+4,4%). Mentre Saipem è passata in positivo (+0,5%), in rosso troviamo Exor (-0,4%), A2A (-0,2%) e Italcementi (-0,2%). Fuori dal listino principale Seat Pagine Gialle perde il 7,7%, mentre Mondo Tv sale dell’11,8%. Invariato il cambio euro/dollaro, mentre lo spread scende sotto i 105 punti base. BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 9:15) Partono bene le borse europee, grazie anche alla buona chiusura di quelle asiatiche (Tokyo ha terminato la seduta a +5,8%) e al petrolio tornato sopra i 30 dollari al barile. Dopo i primi minuti di scambi, quindi, Piazza Affari sale dell’1,4%. In evidenza il settore bancario, dove ancora svetta Mps. Dopo la sospensione per eccesso di rialzo proprio in apertura, il titolo di Montepaschi fa segnare un +12,8%. Salgono bene anche Banco Popolare (+3%), Intesa Sanpaolo (+2,5%), Mediaset (+4,4%), Eni (+2,6%) e Tod’s (+5,3%). Resta ancora in ribasso Saipem (-2,5%), dopo che sono stati fissati i termini per l’aumento di capitale. Fuori dal listino principale salgono anche Prelios (+10,6%) e Carige (+7,7%). Il cambio euro/dollaro è sopra quota 1,08, mentre lo spread tra Btp e Bund si avvicina ai 107 punti base.

BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 17:35) Grazie anche al rialzo del prezzo del petrolio, Wall Street è in crescita e permette a Piazza Affari, già galvanizzata dalle parole di Draghi, di chiudere la seduta con un +4,2%. Mps chiude la giornata con un +43,14% che porta il titolo a 73 centesimi. Tra le altre banche del listino principale svettano Bper (+11,04%), Banco Popolare (+10,31%), Mediobanca (+5,54%), Ubi Banca (+5,69%) e Unicredit (+7,93%). Carige, invece, sale del 29,84%. Degni di nota i rialzi di Buzzi (+5,18%), Fca (+6,37%), Mediaset (+6,14%), Prysmian (+5,31%), Tod’s (+5%) e Telecom Italia (+5,38%). Due i titoli sul Ftse Mib a chiudere in rosso: Ferragamo (-0,4%) e Saipem (-5,87%). Il cambio euro/dollaro resta sopra quota 1,08, mentre lo spread Btp/Bund è sotto i 110 punti base. BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 15:25) Le parole di Mario Draghi mettono le ali ai mercati. Il Presidente della Bce ha infatti detto che a marzo potrebbero essere riviste le politiche monetarie dell’Eurotower e il Ftse Mib è subito schizzato sopra il +4% e ora guadagna il 3,6%. Sul listino principale spicca ancora Mps con un +41,2%. Bene anche Bper (+10,3%), Banco Popolare (+8,2%), Bpm (+7%), Ubi Banca (+7,2%) e Unicredit (+9%). Tra i non bancari da segnalare Exor (+4,8%), Fca (+5,4%) e Mediaset (+5,7%). Resta in rosso Saipem, con  un -5,5%. Le parole di Draghi stanno anche portando il cambio euro/dollaro sotto gli 1,08, mentre lo spread Btp/Bund è sotto i 109 punti base. BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 12:25) A fine mattinata il Ftse Mib sale dell’1,1% e Mps continua la sua “volata”, con un +24,7%. Risale molto anche Carige, con un 19,8%. Certo le due banche devono anche recuperare molto per tornare ai livelli della scorsa settimana, ma è già un buon inizio. In netto rialzo altri titoli bancari come Bper (+4,2%), Unicredit (+3,8%) e Ubi Banca (+2,9%). Brilla anche Exor (+3%). Resta pesantemente in rosso Saipem, con un -8,7%. Sul listino principale perdono anche Yoox (-1,7%), Finmeccanica (-0,3%), Generali (-0,3%) e Intesa Sanpaolo (-0,2%). L’euro risale sopra quota 1,09 nel cambio col dollaro, mentre lo spread tra Btp e Bund arretra verso i 110 punti base. BORSA ITALIANA OGGI (aggiornamento delle ore 9:30) Piazza Affari si muove in rialzo (+1,4%) e potrebbe cercare il rimbalzo, in una giornata in cui si attendono le decisione della Banca centrale europea e le parole di Mario Draghi. In questo contesto, sul Ftse Mib salgono molto le banche, con Mps che è stata già sospesa dalle contrattazioni, ma stavolta per eccesso di rialzo, salvo poi segnare un +19,5%. Ottimi anche gli spunti di Banco Popolare (+4,5%), Mediaset (+4,4%), Telecom Italia (+3,3%) e Unicredit (+3,4%). Fuori dal listino principale Carige sale del 12,9%. Il cambio euro/dollaro scende sotto quota 1,09, mentre lo spread tra Btp e Bund è sotto i 116 punti base.

< br/>
© Riproduzione Riservata.