BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Notizie Mps/ In Borsa chiude a +2,74%. Blackrock al 5,23% di Bpm (News Montepaschi di Siena)

Pubblicazione:venerdì 22 gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento:venerdì 22 gennaio 2016, 17.37

Infophoto Infophoto

MPS NEWS (aggiornamento delle ore 17:35) Momenti di panico nell'ultima mezzora di contrattazioni a Piazza Affari, che ha finito la giornata in rialzo (+1,63%). Dopo le 17:00, infatti, Mps è stata sospesa per eccesso di ribasso con un teorico -6,99%. Rientrato agli scambi, il titolo ha poi chiuso con un +2,74%, a quota 75 centesimi. Intanto la Consob, attraverso le comunicazioni obbligatorie, ha reso noto che Blackrock ha una partecipazione del 5,29% nel capitale di Bpm. La Banca Popolare di Vicenza ha invece fissato al 5 marzo la data dell'assemblea per discutere la trasformazione in Spa. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 14:55) Piazza Affari resta in netto rialzo e Mps perde un po' di slancio, con un +9,2%, appena sotto gli 80 centesimi ad azione. Dal Word Economic Forum di Davos, intanto, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha detto che la prossima settimana il Governo interverrà ancora sul settore bancario, con "un nuovo pezzo di riforma sulle banche più piccole". 

MPS NEWS (aggiornamento delle ore 11:10) Piazza Affari prosegua la seduta in rialzo e Mps guadagna l'11,8%, sopra gli 81 centesimi ad azione. Il Presidente di Montepaschi, Massimo Tononi, in un'intervista a Il Sole 24 Ore ha detto che Mps è una banca "particolarmente appetibile", spiegando anche da diverso tempo si sta lavorando a Siena per un'aggregazione, "perseguendo concretamente e attivamente opzioni in Italia e all'estero". MPS NEWS (aggiornamento delle ore 9:10) Piazza Affari parte in rialzo e Mps non riesce a far prezzo con un teorico +16,3%. Si prospetta una nuova giornata all’insegna dei guadagni per il titolo della banca toscana, che nel frattempo ha comunicato che il 28 gennaio il cda esaminerà i dati preliminari del 2015. Una scelta che è stata fatta proprio per “assicurare la massima tempestività della comunicazione al mercato dei principali elementi informativi riguardanti la situazione finanziaria del gruppo”, si legge in una nota. Il 5 febbraio, invece, verranno analizzati i dati di consuntivo. 

NOTIZIE MPS: IL TITOLO IL BORSA RIUSCIRÀ A TORNARE AI LIVELLI DI INIZIO SETTIMANA? (OGGI 22 GENNARIO 2016) Dopo aver toccato il minimo storico di 0,498 euro ad azione mercoledì, Mps ha compiuto molto più che un rimbalzo ieri in borsa, mettendo a segno un +43,14%, intervallato da diverse sospensioni per eccesso di rialzo lungo l’arco di tutta la giornata. C’è molta attesa quindi per vedere se oggi il rally di Montepaschi proseguirà, considerando che il terreno da recuperare è davvero tanto. A inizio settimana, infatti, prima che iniziasse la lunga sfilza di cali a doppia cifra, il titolo veleggiava sopra i 90 centesimi e la chiusura di ieri è stata a 73 centesimi. C’è dunque ancora più del 20% da recuperare. Senza dimenticare che rispetto all’inizio dell’anno il titolo è ancora sotto del 40%. Non resta dunque che aspettare l’apertura di Piazza Affari. 

NOTIZIE MPS (aggiornamento delle ore 17:35) Chiusura in forte in rialzo per Piazza Affari (+4,2%) e Mps termina il suo rally oggi a +43,14%, a 73 centesimi ad azione. Sul mercato hanno influito molto le parole di Mario Draghi, che tra le altre cose ha anche detto che le banche italiane hanno accantonamenti in linea con quelli degli altri istituti di credito europei, oltre a un alto livello di garanzie sui crediti deteriorati. Dunque la Bce non richiederà altri aumenti di capitale o accantonamenti né alle banche italiane, né alle altre dell'Eurozona. NOTIZIE MPS (aggiornamento delle ore 14:10) Nuova sospesione al rialzo per Mps, che fa poi segnare un +36,4% mentre la Borsa italiana continua a viaggiare in positivo. Per Montepaschi si avvicina la soglia dei 70 centesimi ad azione. Il Presidente di Assopopolari, Corrado Sforza Fogliani, ha nel frattempo replicato alle ultime dichiarazioni di Matteo Renzi con queste parole: “Lasciamo stare la riforma delle Popolari varata lo scorso anno per decreto legge: deciderà la Corte costituzionale. Ma è così certo che le Popolari debbano fondersi e consolidarsi? Il loro Cet 1 è più alto di quello di molte grosse Spa e nello scorso anno sono cresciuti i loro depositi e i loro soci. Una situazione da esaminare bene, prima di qualsiasi riflessione”. NOTIZIE MPS (aggiornamento delle ore 11:35) Mentre la Borsa resta in rialzo, Mps vola a +26,5%, avvicinandosi ai 65 centesimi ad azione. Durante la conferenza stampa a palazzo Chigi, Matteo Renzi ha spiegato che le banche popolari possono essere protagoniste del consolidamento del settore bancario. In questo modo, ha aggiunto il Premier, ci saranno "meno banchieri, meno poltrone, più risorse per il credito e più meccanismi trasparenti". Per Renzi "questa fase è una grandissima opportunità, tutto il sistema del credito italiano sa di avere a che fare con un Paese che è molto forte e solido, e che è un ottimo investimento". NOTIZIE MPS (aggiornamento delle ore 9:10) Piazza Affari prova il rimbalzo e Mps non riesce a far prezzo in apertura, questa volta per eccesso di rialzo, con un teorico +4,7%, salvo poi cominciare a scambiare a +2,6% ed essere nuovamente sospeso con un +4,8%. In risalita anche gli altri titoli bancari. Intervistato da Il Sole 24 Ore, Matteo Renzi a proposito di Montepaschi ha detto: “Oggi è a prezzi incredibili. Penso che la soluzione migliore sarà quella che il mercato deciderà. Mi piacerebbe tanto fosse italiana, ma chiunque verrà farà un ottimo affare”.



© Riproduzione Riservata.