BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA & POLITICA/ Gatti (Bcc): "Bad bank essenziale per il riassetto creditizio"

Pubblicazione:

Sergio Gatti, direttore generale Federcasse (foto dal web)  Sergio Gatti, direttore generale Federcasse (foto dal web)

Il riferimento al “modello francese” del Credit Agricole è ricorso spesso nell’anno intenso di costruzione della riforma del Credito cooperativo: lo ha citato lo stesso Renzi. Anche le Bcc hanno messo in cantiere un consolidamento della loro galassia in un struttura a gruppo, con una holding operativa al centro (nei giorni scorsi un’importante dichiarazione d’intenti è stata formalizzata da Federcasse, Iccrea Holding e Cassa Centrale Banca di Trento). “Noi siamo fieri che Renzi abbia voluto additarci il Credit Agricole come istituzione seria, solida e prestigiosa in Francia e in Europa. Sul piano tecnico e organizzativo, tuttavia, il progetto incluso nella nostra autoriforma guarda a una soluzione diversa: già validata dalla Banca d’Italia e dal ministero dell’Economia. Noi desideriamo mantenere 363 licenze bancarie, anche se naturalmente non impediremo fusioni. Il Credit Agricole è il frutto di un cammino lungo, specialmente in Borsa, accompagnato dal legislatore. Non possiamo passare dalla frammentazione alla Banque Verte CA” con un solo passo. Ma per il futuro può essere certamente un modello”.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.