BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BORSA ITALIANA OGGI/ News: chiude a -2,03%. Unicredit a -6,14%, Danieli a +21,02% (ultime notizie live, 25 gennaio 2016)

Borsa italiana, le ultime notizie di oggi, con le quotazioni live dei principali titoli del Ftse Mib e le news che arrivano da Piazza Affari. Gli aggiornamenti sui cambi e sullo spread

InfophotoInfophoto

Complice il calo del prezzo del petrolio, Wall Street è in rosso e le borse europee pure. Piazza Affari chiude quindi la prima seduta della settimana con un calo del 2,03%, tornando sotto i 19.000 punti. Anche stavolta pesano i cali delle banche e Mps, dopo essere stata sospesa per eccesso di rialzo in apertura, ha terminato la giornata con un -3,33%. Viceversa Saipem non è riuscita più a far prezzo per eccesso di rialzo nel primo giorno di aumento di capitale. Sul Ftse Mib pesanti i ribassi di Banco Popolare (-7,09%), Bpm (-6,17%), Cnh Industrial (-3,96%) e Unicredit (-6,14%). Spiccano invece in rialzo Yoox (+1,76%) e Campari (+1,17%). Fuori dal listino principale vola Danieli, con un +21,02%, dopo che l’azienda ha firmato accordi con l’Iran per 5,7 miliardi di euro. Lo spread tra Btp e Bund sale sopra i 109 punti base, mentre il cambio euro/dollaro è stabile sopra quota 1,08. A fine mattinata Piazza Affari cede lo 0,9%, mentre le perdite delle altre borse europee sono più contenute. A soffrire sul Ftse Mib sono ancora una volta le banche: Bper cede il 2,6%, Banco Popolare il 3,7%, Bpm il 3,8%, Mediobanca il 2,2%, Ubi Banca il 4,4% e Unicredit il 4%. Mps, in controtendenza, sale dello 0,9%. In rialzo anche Campari +0,9%, Enel Green Power (+1,2%) e Yoox (+2,5%). Nel primo giorno di aumento di capitale, Saipem è stata sospesa ancora una volta (dopo lo stop all’avvio delle contrattazioni) per eccesso di rialzo, segnando un teorico +11,5%. Il cambio euro/dollaro resta sopra quota 1,08, mentre lo spread è poco sopra i 108 punti base.  Dopo un avvio in lieve rialzo, Piazza Affari è già tornata in parità. Sembra esserci quindi un po’ di incertezza e il lieve calo del prezzo del petrolio forse non aiuta in tal senso. Mps, dopo una sospensione iniziale per eccesso di rialzo, sale del 5%. Saipem, invece, ancora non ha fatto prezzo, fermata da un teorico +19,9%. Gli altri rialzi sono deboli, mentre sul fronte opposto è consistente il calo di Cnh Industrial (-3,2%), mentre A2A cede l’1,2% e Unicredit lo 0,9%. Fuori dal listino principale la Lazio guadagna il 6%. Sul fronte dei cambi, l’euro torna sopra quota 1,08 sul dollaro, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 109 punti base.

© Riproduzione Riservata.