BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BORSA ITALIANA OGGI/ News: chiusura a -3,49%. Bpm -9,81%, Unicredit -6,48%, Saipem +3% (ultime notizie live, 28 gennaio 2016)

Borsa italiana, le ultime notizie di oggi, con le quotazioni live dei principali titoli del Ftse Mib e le news che arrivano da Piazza Affari. Gli aggiornamenti sui cambi e sullo spread

Infophoto Infophoto

Con il Ftse Mib a -3,49%, Piazza Affari chiude una giornata davvero nera, contrassegnata da sospensioni per eccesso di ribasso di molti titoli, perlopiù bancari. Sul listino principale solo Saipem (+3%), Eni (+0,23%) e Tenaris (+0,32%) terminano con il segno più, in virtù anche di un rialzo del prezzo del petrolio. Pesanti invece i cali di Anima (-5,37%) Bper (-7,52%), Banco Popolare (-5,8%), Bpm (-9,81)%, Mps (-7,88%) Fca (-7,19%), Mediobanca (-5,47%), Telecom Italia (-5,97%), Ubi Banca (-5,85%), Unicredit (-6,48%) e Unipol (-6,21%). In controtendenza le Unicredit Risparmio salgono del 3,5%. Fuori dal listino principale Seat Pagine Gialle sale del 4,35%. Sul fronte dei cambi, l’euro resta sopra quota 1,09 sul dollaro, mentre lo spread tra Btp e Bund si avvicina ai 109 punti base.

Ancora una giornata negativa per le borse europee, tutte che fanno segnare delle perdite abbastanza consistenti. Piazza Affari in questo momento cede l’1,27% a 18608 riuscendo a recuperare circa mezzo punto percentuale rispetto al minimo di giornata. A trascinare l’indice Mibtel in rosso è soprattutto il comparto bancario con MPS che cede il 6,19%, la banca Popolare dell’Emilia Romagna il 5,57% e la Banca Popolare di Milano è sotto del 5,48%. Tra i pochi titoli in positivo troviamo Saipem che sta facendo segnare un guadagno di circa 1,9 punti percentuali e Stmicroelectronics con un +0,40%. Lo spread con i Bund tedeschi è pari a 107,97 mentre il prezzo del petrolio continua nella sua risalita con il Brent sopra i 35 dollari.

Le borse europee sono in rosso, ma Piazza Affari sta pian piano affondando, dopo una prima fase di contrattazioni in positivo, trascinata dai titoli bancari. Il Ftse Mib cede infatti il 3,2% e sono cominciate le sospensioni al ribasso: Mps con un -10,55% teorico, Ubi Banca con un -5,25%, Banco Popolare con un -4,05% e Carige con un -7,75%. Pesanti anche i cali di Bpm (-7,1%), Unicredit (-7,5%), Exor (-5%), Telecom (-5,3%) e Intesa Sanpaolo (-4,8%). In rialzo sul listino principale troviamo solo Saipem, con un +2,2%. Fuori dal listino principale sale Seat Pagine Gialle con un +4,35% e RaiWay guadagna il 2,4%. L’euro sale sopra quota 1,09 nel cambio col dollaro, mentre lo spread aumenta, avvicinandosi ai 108 punti base. Le chiusure negative di Tokyo e Wall Street si sono fatte sentire in avvio sulle borse europee. Piazza Affari, tuttavia, dopo i primi scambi si trova in rialzo dello 0,5%, grazie ai titoli bancari. Sul Ftse Mib si mette in evidenza Banco Popolare (+2,9%), ma anche Ubi Banca (+1,6%) e Unicredit (+1,6%) sono in recupero. Mps sale invece dell’1,4%. Bene anche  Saipem (+2,1%) e Finmeccanica (+2,2%).In calo Fca (-1,4%). Fuori dal listino principale salgono Seat Pagine Gialle (+4,3%) e Astaldi (+3,2%). Il cambio euro/dollaro è sotto quota 1,09, mentre lo spread tra Btp e Bund staziona sotto i 105 punti base.

© Riproduzione Riservata.