BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a +1,22%. Sforza Fogliani (Assopopolari): rivediamo il bail-in

Vediamo le notizie del giorno su Mps: dall'andamento del titolo in borsa alle news e ai rumors pubblicati su agenzie e quotidiani riguardanti Montepaschi e le altre banche italiane

InfophotoInfophoto

Chiusura in rialzo per Piazza Affari (+2,57%) e per Mps, che sale dell'1,22%, sopra i 66 centesimi ad azione. A proposito della normativa sul bail-in entrata in vigore a inizio anno, il Presidente di Assopopolari Corrado Sforza Fogliani ha detto che "la richiesta del Vice Direttore generale di Banca d’Italia Fabio Panetta per una revisione del bail-in in particolari casi trova la nostra piena condivisione". Per Sforza Fogliani, la normativa ha infatti provocato sfiducia nei risparmiatori prima ancora di entrare in vigore. Giornata decisamente positiva per la Banca Monte dei Paschi di Siena che non solo ha posto fine alle perdite dei giorni scorsi, ma è anche riuscita a girare sul segno più per quanto concerne le contrattazioni a Piazza Affari. In questo momento il titolo della MPS guadagna all’incirca 1,53% a quota 0,665 ma in giornata aveva toccato un punto di minimo a 0,62 intorno alle ore 11,00 mentre alle ore 9,06 aveva aperto in grande salita sfondando il muro dello 0,70 e per la precisione a 0,716. Un trend che è giustificato secondo gli analisti dalla notizia che dopo cinque anni torna in utile e dalla voci di una possibile unione con Ubi Banca. Staremo a vedere. 

Piazza Affari resta in rialzo, ma Mps si trova in territorio negativo, dopo essere stata sospesa per eccesso di ribasso, a -1,3%, sotto i 65 centestimi ad azione. Fabrizio Viola, amministratore delegato di Montepaschi, in un'intervista a Repubblica ha spiegato che in questi giorni si sono fatti tanti nomi circa un partner per la su banca, "ma oggi non c'è un'opzione sul tavolo: aspettiamo che questa si concretizzi". Il manager ha poi aggiunti che "da un punto di vista prettamente industriale, l'ipotesi con Ubi presenta aspetti positivi basati soprattutto sulla pressoché totale assenza di sovrapposizioni geografiche". Viola ha anche spiegato che una fusione a tre presenta un'alta complessità organizzativa, per questo la guarda "con una certa prudenza".   Piazza Affari prova il rimbalzo e Mps non riesce a fare prezzo in apertura, con un teorico +6,72%, per poi stabilizzarsi a +6,5%, a un passo dai 70 centesimi ad azione. Secondo i rumor di stampa Bpm e Banco Popolare sono ormai a un passo dalla fusione e potrebbero già firmare una lettera di intenti in occasione della presentazione dei dati 2015. Dati che per Montepaschi hanno fatto emergere un utile di 390 milioni di euro. Dunque per la banca toscana sembra esserci in programma un’aggregazione con Ubi Banca, la quale continua a valutare attentamente l’operazione, conscia che serviranno risorse fresche per portarla a termine senza complicazioni.

© Riproduzione Riservata.