BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CANONE RAI IN BOLLETTA 2016/ Ultime notizie e news live. Continua la raccolta firme di Forza Nuova per l'abolizione

Pubblicazione:sabato 30 gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento:sabato 30 gennaio 2016, 15.20

InfoPhoto InfoPhoto

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE: CONTINUA LA RACCOLTA FIRME DI FORZA NUOVA PER L'ABOLIZIONE DELL'IMPOSTA (OGGI, 30 GENNAIO 2016) Prosegue anche questo fine settimana la raccolta firme di Forza Nuova contro il canone Rai. È ormai la terza settimana che in molte città italiane è stata avviata l’iniziativa. Probabilmente sarà utile che prosegua ancora, dato che molti italiani si sono accorti da non molto tempo della novità del pagamento dell’imposta attraverso il conto elettrico e dunque potrebbero voler aderire alla petizione popolare che chieda l’abolizione di un tributo che Forza Nuova ritiene ingiusto, alla luce di una Rai che è sempre più lottizzata e in mano ai partiti e che non svolge più un reale servizio pubblico per i cittadini.CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE: L'UNC CHIEDE UN CHIARIMENTO ALL'AGENZIA DELLE ENTRATE ENTRO LUNEDÌ (OGGI, 30 GENNAIO 2016) L’Unione nazionale consumatori segnala un nuovo problema relativo al canone Rai 2016. L’Agenzia delle Entrate aveva infatti emesso un comunicato congiunto con l’azienda pubblica tv in cui segnalava che l’imposta non era più da pagare entro il 31 gennaio con il bollettino. “Invece, nel silenzio generale, senza alcuna comunicazione a riguardo, senza alcun comunicato stampa, nello scadenzario fiscale dell'Agenzia delle entrate, era apparso, per la data del 1° febbraio, tra gli adempimenti,  il ‘versamento canone Rai per i soggetti non titolari di utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui hanno la loro residenza anagrafica’”, segnala l’Unc, spiegando che questa è la situazione in cui si trova chi abita in una casa multifamiliare, dove con un solo contatore sono servite più famiglie, spesso legate da parentela. L’Agenzia delle Entrate ha però ritirato la scadenza dal suo sito internet, ma l’Unc, per evitare problemi ai cittadini, vuole entro lunedì un chiarimento definitivo nero su bianco da parte dell’Agenzia delle Entrate.

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE: PRENDE QUOTA LA SOLUZIONE CARD RAI (OGGI, 30 GENNAIO 2016) – Continuano ad esserci tante discussione e polemiche intorno alla decisione del Governo Renzi di inserire per questo anno 2016 il pagamento del Canone Rai in bolletta, che nelle intenzione dell’Esecutivo ha il duplice obiettivo di azzerare l’evasione fiscale ed al contempo rendere meno gravoso l’importo annuale. Negli ultimi giorni si sta facendo largo una proposta alternativa avanzata da Pierluigi Sabbatini, membro dell’Autorità Antitrust, fondata sul semplice principio del “paga solo chi guarda”. In parole povere si potrebbe optare per una card Rai rendendo così criptati tutti i programmi trasmesso sul palinsesto della televisione di Stato che quindi saranno visibili soltanto a chi pagherà il canone. Una soluzione che prende spunto da quanto succede con le televisioni pay per view. Staremo a vedere se avrà seguito.

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE: IL CANONE NON VERRÀ MAGGIORATO DI IVA (OGGI, 30 GENNAIO 2016) – Siamo agli sgoccioli per il pagamento del canone rai. I cittadini italiani sono ormai abituati, per una sere di ragioni, ad aspettarsi puntualmente una brutta sorpresa quando di mezzo ci sono tasse, imposte e quant’altro. Per questo ci sono molti che temono che il paventato abbassamento del canone annuale Rai da 113 euro a 100 euro possa nascondere una sorta di trappola e che nello specifico essendo inserito nella bolletta energetica, l’importo possa essere soggetto ad iva. Non c’è nulla di cui preoccuparsi fanno sapere da Mamma Rai in quanto il Canone sarà di 100 euro effettivi in quanto “Il canone è oggetto di distinta indicazione nel contesto della fattura omessa dall’impresa elettrica e non è ulteriormente imponibile ai fini fiscali”. Insomma, sembra proprio che non ci si saranno brutte sorprese per quanto concerne la vicenda.



© Riproduzione Riservata.