BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

Notizie Mps/ In Borsa chiude a +0,76%. Padoan esclude nazionalizzazione e intervento pubblico

Vediamo le notizie del giorno su Mps: dall'andamento del titolo in Borsa alle news e ai rumors pubblicati su agenzie e quotidiani riguardanti Montepaschi e le altre banche italiane

LapresseLapresse

Piazza Affari chiude a -0,02% e Mps termina la giornata con +0,76% che tiene il titolo sopra i 17 centesimi. A proposito di Montepaschi, Pier Carlo Padoan, durante il question time alla Camera, ha detto che "non si prospettano misure di supporto pubblico e men che meno di nazionalizzazione". Il ministro dell'Economia ha però anche aggiunto che non si prevede alcuna procedura di risoluzione. "Qualsiasi riferimento all'applicazione del bail-in è frutto solo di infondate speculazioni", ha aggiunto, spiegando che "ogni decisione sulla strategia più idonea a dare all'istituto una maggiore dotazione patrimoniale non può che essere rimessa al management della banca". Piazza Affari azzera il suo rialzo e Mps guadagna lo 0,9%, restando sopra i 17 centesimi ad azione. Intanto la fusione tra Bpm e Banco Popolare sembra più vicina. I sindacati hanno infatti indetto una conferenza stampa unitaria per spiegare le ragioni del loro sì al progetto di aggregazione in vista delle assemblee che dovranno votarlo sabato 15 ottobre. Piazza Affari resta in rialzo e Mps guadagna l'1,5%, mantenendosi sopra i 17 centesimi ad azione. Secondo quanto riporta Milano Finanza, Italfondiario e Fonspa concluderanno l'esame dei crediti deteriorati di Montepaschi entro la prossima settimana, in anticipo quindi rispetto alla presentazione del nuovo piano industriale della banca toscana prevista per il 24 ottobre. Italfondiario dovrebbe concludere il lavoro prima di Fonspa.  Piazza Affari si muove in rialzo e Mps guadagna l’1,5%, consolidandosi sopra i 17 centesimi ad azione. Secondo quanto riporta Il Messaggero, i grandi soci di Montepaschi (con l’esclusione del Tesoro) dovrebbero incontrarsi in settimana per esaminare i nomi dei candidati alla successione di Massimo Tononi alla presidenza di Mps. Tra i nomi, riporta il quotidiano romano, ci sarebbe anche quello dell’ex ministro Fabrizio Saccomanni. Se dovesse essere scelto proprio lui, la banca toscana dovrebbe modificare il proprio statuto che al momento prevede che chi ricopre cariche apicali non possa avere più di 70 anni. Saccomanni, infatti, sta per compierne 74.

© Riproduzione Riservata.