BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA E POLITICA/ Renzi, Padoan e il "trionfo delle maschere"

Pubblicazione:

Matteo Renzi (Lapresse)  Matteo Renzi (Lapresse)

Come dicevano le vecchie maestre di una volta: il ragazzo piace. Ha il portamento giusto per non scalfire e insieme mostrare un'avanguardismo simile a quell'estremismo che Lenin disprezzava, dichiarandolo "malattia infantile del comunismo. In generale, malattia infantile, direi. Chiudiamola qui: infantilismo. Ma funziona.

In una società senza più radici. Con ragazzotti che seguono l'imprenditore indebitato, ma molto trendy, quarantenni in cerca di successo, anziché il valore (da dare agli altri, prima di tutto), e via discorrendo, Renzi, signori, funziona. Ergo, può anche permettersi di raccontare che "il populismo non nasce per il terrorismo, ma per la crisi economica in Europa. In Francia in questo momento, il rischio è più la mancanza di crescita economica che non la sicurezza rispetto al terrorismo. Il dibattito con i miei colleghi europei non è facile, perché cerco ogni giorno di offrire una strategia diversa, non solo tecnocrazia e tecnicismi. Questa è l'Europa che può combattere il populismo. Se si prosegue senza una strategia per la crescita, sarà chiara la vittoria del populismo. Il populismo gioca con la paura, con la violenza verbale, noi con la speranza e il dialogo. Per questo abbiamo bisogno di un'azione rapida. Dobbiamo portare il cambiamento. Questa è la grande occasione per il dibattito politico di oggi". 

Da notare: "Cerco ogni giorno di offrire una strategia diversa, non solo tecnocrazia e tecnicismi". Ecco l'occasionalismo in azione: ogni giorno mi invento una maschera e ogni giorno me la gioco. Jung diceva che il gioco sociale era costruito appunto dalle "persone", nel senso arcaico del termine, e il significato arcaico di "persona" è appunto "maschera". Ecco dunque il succo di tutta la vicenda: il "senno del post". Va bene tutto, madama la marchesa. Renzi spara sulla "tecnocrazia": e lui come ci è arrivato a Palazzo Chigi? Passando attraverso il tanto vituperato voto del "popolo"? No, ovviamente, perché il "popolo" è il soggetto della politica e questo rimanda al diavolo postmoderno, ovvero il "populismo".

Non se ne esce. Poi arriva Padoan, spara sul contante che salva il "popolo" e siamo al trionfo delle maschere e del "senno del post". Si chiama nichilismo, signori, benvenuto nel club. Un certo grande uomo, già prima che crollasse il Muro di Berlino, aveva descritto questo stato dell'arte, per così dire, come "Chernobyl spirituale". E non avevamo, tutto sommato, ancora visto niente, almeno rispetto a oggi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.