BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MPS/ JpMorgan, il volo in Borsa e la "doppia beffa" per Passera

Pubblicazione:

Lapresse  Lapresse

Illuminante, del resto, il parere che proprio ieri, mentre il consiglio del Montepaschi lavorava, ha reso Ennio Doris, fondatore e presidente di Banca Mediolanum, forse l'unico imprenditore della banca attivo oggi in Italia: "Sì, il Montepaschi è la grande ammalata del settore", ha detto, "ma si è esagerato. Sicuramente si troverà una soluzione entro l'anno, e anche se dovesse intervenire lo Stato sarei d'accordo. Gli stress test cui la Bce sottopone le banche per certi versi sono anche troppo severi. Non si limitano a testare le difficoltà prospettiche, ma anche il ripetersi delle perdite occorse in precedenza. Pensiamo a quel che è successo proprio al Montepaschi: è passato dal 12,1% di Core Tier1 al 2,2%, con gli stress test, a causa del computo di una valanga di perdite che non si faranno più. Non a caso il programma di Passera ipotizza un intervento da 3,5 miliardi e non più da 5. Certo, si vive un clima di apprensione a mio avviso esagerato. Ma qualunque conseguenza anche per lo Stato di una mancata soluzione sarebbe peggiore di un intervento".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.